Font Size

Cpanel
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttiva

    Questo sito usa i cookies per gestire autenticazioni, navigazione, e altre funzioni, compreso l'inserimento dei commenti. Accettando consentirai che questo tipo di cookies possano essere salvati sul tuo dispositivo.

    View e-Privacy Directive Documents

Cuneo Langhe e Roero

Indetto il primo concorso fotografico sui paesaggi del Roero

  • PDF



L’associazione culturale Agorà e il Sodalizio Spiriti Liberi in collaborazione con le pagine Facebook Gli immoti carbonari e Circolo Agorà Guarene organizzano il 1° Roero Photo Contest – https://www.facebook.com/roerophotocontest/, concorso fotografico dedicato al Roero e ai suoi paesaggi invernali.
Il Concorso è rivolto a chiunque sia interessato a partecipare durante il periodo dal 1 gennaio 2017 al 21 marzo 2017 ...

Ecco la "Lista Rossa" dei beni culturali da salvare tra Langhe e Roero

  • PDF

a cura di Italia Nostra sezione Alba, Langhe e Roero

Com’è noto, l’Associazione “Italia Nostra” fin dalla sua fondazione nazionale nel 1955 ha posto tra le sue spiccate finalità statutarie la tutela del patrimonio storico-artistico, oltre alla salvaguardia dell’ambiente e del paesaggio. Da allora tale fine non è mai venuto meno. Conseguentemente anche la Sezione albese di “Italia Nostra” dal 1972, per quanto è stato possibile, ha tenuto fede a quella finalità precipua, anche operando attivamente per il confacente recupero di antichi edifici sacri(come nei casi del S. Stefano a Perno di Monforte d’Alba, del S. Sebastiano a Bergolo, della Madonna di Tavoleto a Sommariva Perno, del S. Ponzio a Marsaglia) oppure notificando segnalazioni agli Enti competenti e comunicazioni agli organi di stampa, svolgendo consulenza in merito o realizzando documentazione di rilievo per mostre, dvd e studi specifici per pubblicazioni. Quest’anno la Sede centrale dell’Associazione ha indetto un’ulteriore iniziativa ...

Le famiglie di Racconigi aprono le porte ai migranti durante le festività

  • PDF

Il Natale è un momento speciale perché abbiamo l'occasione di trovarci con le persone a cui più teniamo ed è per questo che è uno dei giorni più belli dell'anno. Purtroppo non è così per tutte quelle persone che sono scappate dalle proprie case e hanno raggiunto - magari dopo odissee in barca - i paesi europei, tra cui l'Italia. I migranti così si trovano costretti a passare il Natale in luoghi sconosciuti, lontano dai familiari. Per questo motivo, la Cooperativa Liberi Tutti di Racconigi ha deciso di sperimentare un'accoglienza diffusa tra le famiglie del paese concentrata nelle festività. E il bilancio pare sia stato molto positivo ...

Vogliono abbattere la mia casa! (Ep.1)

  • PDF

di Ezio Zubbini.

La storia che qui ripropongo e aggiorno, alla luce dei suoi ultimi sviluppi, è quella che ho già raccontato su facebook e sul mio blog. Protagonista politico di questa storia il Sindaco Maurizio Marello, al suo secondo mandato, a capo dell’amministrazione PD del Comune di Alba e - come risulta dal sito del Comune - titolare anche di 12 assessorati (Urbanistica - Edilizia Privata - Progetti strategici per Alba ed il territorio - Affari istituzionali e generali - Igiene e Sanità - Affari legali - Personale - Stato civile - Polizia municipale e sicurezza - Sport - Expo 2015 - Quartieri e frazioni). Coprotagonista, o meglio vittima, io, insegnante in pensione, un cittadino anziano senza altri titoli o incarichi o appartenenze politiche, che questa storia ha stressato e fatto ammalare ma che continua a resistere ...

Sulla variante 23 al piano regolatore di Cuneo avevamo ragione

  • PDF

lettera firmata dal Presidente di Pro Natura Cuneo Domenico Sanino , dal Presidente di Legambiente circolo di Cuneo Bruno Piacenza e  dal Coordinatore del Forum Paesaggio sezione di Cuneo Ugo Sturlese.

Con la maxi-variante 23 al Piano Regolatore della città di Cuneo, circa un quinto del territorio comunale, che lo strumento urbanistico (approvato nel 2008) destinava, in incremento rispetto al precedente piano, all’edilizia abitativa e ad attività produttive, ritornano, almeno virtualmente, ad un più congruo utilizzo agricolo, con un taglio rispettivamente di 50mila mq di aree residenziali (corrispondenti peraltro solo a 1119 m2 di superficie utile lorda) e di 450mila mq di aree produttive (in particolare nella zona mercatale dei Ronchi e in quella dell’AGC a Madonna delle Grazie, peraltro mantenute come aree di riserva) ...

Natale 2016: pace in terra?

  • PDF

a cura delle Donne in nero contro la guerra di Alba

Mentre la terza guerra mondiale a pezzi insanguina il mondo...
Mentre il nostro paese sta a guardare - o peggio collabora, producendo e vendendo armi...
Diciamo GRAZIE a chi ancora crede nella pace e lavora per renderla possibile.

ACNA di Cengio: se ne torna a parlare. E non bene.

  • PDF

Recentemente si è tornati a parlare di ACNA di Cengio e inquinamento ambientale. Dopo la piena del Bormida, infatti, avvenuta il 24 novembre, alcuni cittadini hanno lamentato di aver sentito nell'aria una "puzza" di veleno provenire dall'area dello stabilimento, chiuso dal 1999. I cittadini di Saliceto e Cengio, paesi limitrofi al sito in bonifica, chiedono agli amministratori di informarsi con le autorità, in particolare con l'ARPA ...

È ora di attuare la Costituzione nei suoi principi

  • PDF

a cura del Comitato cuneese del coordinamento nazionale per la Democrazia Costituzionale 

Il Comitato cuneese del Coordinamento nazionale per la Democrazia Costituzionale (CDC), riunito in Assemblea il 7-12-2016, esprime grande soddisfazione per l’esito della consultazione, anche e soprattutto nella nostra Provincia, dove i No hanno prevalso col 54,02% sul totale dei votanti. Tale esito non era affatto scontato, considerando le caratteristiche sociali e politiche del nostro territorio e la forza dell’apparato a sostegno del sì, che poteva contare su ben otto Parlamentari della provincia su nove e su risorse umane ed economiche non indifferenti ...

Dopo il referendum: separazione bancaria e governo politico!

  • PDF

Liliana Gorini, presidente di Movisol.

L’esito del referendum avrà sorpreso i mercati, eternamente nel panico dalla Brexit, ma non sorprende certo noi di Movisol, che già nel giugno scorso avevamo previsto la fine della carriera politica di Renzi, richiamandoci al “finale” del Don Giovanni di Mozart (questo è il fin di chi fa mal). Come Don Giovanni, Renzi ha voluto sfidare la legge naturale, ha cercato di stracciare la Costituzione del 1948, con le sue importantissime tutele per il lavoro e per il risparmio, ed è stato giustamente punito dagli elettori. La sua riforma era stata scritta da JP Morgan, che ritiene le Costituzioni antifasciste (e non soltanto quella italiana) un impedimento alla politica di austerità ed al prelievo forzoso dell’oligarchia finanziaria, decisa a salvare una bolla speculativa che è ormai 20 volte il PIL mondiale anche a costo di rubare i risparmi di tutti i cittadini ...

Palma, rifiuti e lavoro minorile: non è un buon momento per la Ferrero

  • PDF



Non è un buon momento per la Ferrero. Le pressioni esterne sono tre e sono forti: in primis il rapporto pubblicato da Amnesty International sulla filiera dell'olio di palma.
Poi c'è la richiesta da parte di un comune toscano di rivedere i propri bicchierini in plastica di Estathé per evitare sprechi.
Infine il lavoro minorile collegato alle sorprese dell'ovetto kinder ...

Maltempo in Piemonte e Liguria: prevenire è meglio che curare

  • PDF

di Maurizio Bongioanni.

Tra il 24 e il 26 novembre le regioni Piemonte e Liguria sono state interessate da un'emergenza maltempo caratterizzata da forti piogge e fiumi in piena. In particolare, in Piemonte i fiumi Po e Tanaro sono straripati in alcuni punti facendo tornare alla memoria l'alluvione del 1994. Nonostante la quantità di acqua caduta sia maggiore del '94, in Piemonte ci sono state pochissime vittime - una per l'esattezza, in Val Chisone -  e i danni hanno riguardato soprattutto coltivazioni, strade, ponti e abitazioni. In totale il danno economico è stato quantificato in 1 miliardo di euro, danno che riguarda soprattutto la perdita di raccolti agricoli. Il presidente del consiglio Matteo Renzi ha dichiarato che "nelle prossime ore, quando il governo riceverà la richiesta di stato di emergenza, si muoverà in modo immediato"...