Font Size

Cpanel
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttiva

    Questo sito usa i cookies per gestire autenticazioni, navigazione, e altre funzioni, compreso l'inserimento dei commenti. Accettando consentirai che questo tipo di cookies possano essere salvati sul tuo dispositivo.

    View e-Privacy Directive Documents

Un "furgoncino itinerante" per promuovere arte e cultura in strade e piazze PDF Stampa E-mail
Martedì 14 Marzo 2017 14:07

Giovani che supportano giovani, adulti e bambini in un progetto che punta a far circolare contenuti culturali in contesti rurali e/o urbani periferici isolati della provincia di Cuneo attraverso installazioni audiovisive, eventi e spettacoli. Un progetto di audience engagement elaborato dal Circolo Arci Cinema Vekkio per avvicinare/coinvolgere il pubblico nell’organizzazione di eventi culturali a partire dal lavoro di educativa di strada, stravolgendo la concezione in cui è l’evento ad attirare il pubblico, ad una nuova visione dove la cultura arriva laddove è richiesta ...
Non saranno, infatti, gli operatori a promuovere tematiche o spazi, ma saranno i soggetti territoriali e i cittadini dopo un lavoro di autoinchiesta ad indicare i luoghi pubblici da (ri)animare e le Arti da utilizzare per sviluppare percorsi e azioni di comunità. Un progetto, supportato dalla Compagnia di San Paolo attraverso il bando“Open 2016 sistemi innovativi di audience engagement”, per aggregare e contribuire alla comunicazione di quanto è cultura là dove è più difficile che la “cultura” arrivi. Mettere in movimento la cultura significa anche valorizzare le forme di comunicazione più creative e sperimentali su un piano più ampio di politica del territorio. Il progetto prevede una riflessione, fatta di analisi ed eventi pubblici, sul rapporto che potrà unire comunità, cultura e la percezione che il pubblico ha del proprio spazio di vita.

Un furgoncino itinerante che si fa promotore e simbolo di una metodologia per ritrovare la comunità, la dimensione collettiva, attraverso la promozione di un'educazione che faccia fare esperienze di vita, che porti cambiamenti tangibili per le persone e non sia mera fornitura di servizi per bambini, genitori, famiglie e ragazzi. Il progetto parte, infatti, dal presupposto che Educazione è Cultura e Cultura è Educazione, intendendo con ciò una fertile unione delle due pratiche per promuovere uno “stare insieme” carico di senso e significati, per ricreare una grammatica emotiva che ci faccia riconoscere e incontrare gli Altri.

Per fare ciò si ritiene necessario promuovere un processo di autorganizzazione educativa e culturale di un territorio, stimolando le persone (bambini, giovani ed adulti) ad interrogarsi sul loro ruolo di promotori di istanze e domande sociali da rendere pubbliche e da sviluppare attraverso il coinvolgimento attivo e la coprogettazione di un evento per la Comunità che ospita diverse attività culturali (presentazione di libri o fumetti, proiezione di film, teatro di strada, piccoli concerti, interviste radiofoniche).

Giorgio Crana e Alberto Contu rispettivamente presidente e responsabile educativo del Cinema Vekkio- ci riassumono così in due parole il senso del progetto “L'idea è quella di portare la metodologia dell'educativa di strada in ambito culturale; ciò significa partire dalle persone in carne e ossa, dalle loro vite, dai loro luoghi, dalle loro relazioni e dalle loro storie. Per questo motivo il furgoncino e gli educatori-mediatori culturali “si muovono verso” “vanno incontro” a bambini, giovani e adulti di un territorio, instaurano con loro una relazione coinvolgendoli come cittadini partecipi portatori di conoscenza del luogo”.

PROSSIMI APPUNTAMENTI
FEBBRAIO - MARZO 2017: CORNELIANO E PIOBESI con evento finale tra MAGGIO-GIUGNO
MARZO - APRILE 2017: ALBA con evento finale tra MAGGIO-GIUGNO
MARZO - LUGLIO 2017 CHERASCO con evento finale a SETTEMBRE
MAGGIO 2017 - BRA con evento finale ancora da decidere

Per candidarsi ad ospitare il furgoncino itinerante di “Cultura in movimento” tutte le informazioni sono disponibili sul sito www.cultura-in-movimento.org o contattando direttamente i ragazzi del CVK all’indirizzo mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna