Font Size

Cpanel
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttiva

    Questo sito usa i cookies per gestire autenticazioni, navigazione, e altre funzioni, compreso l'inserimento dei commenti. Accettando consentirai che questo tipo di cookies possano essere salvati sul tuo dispositivo.

    View e-Privacy Directive Documents

Amianto: il consiglio è rimuovere le cause del mesotelioma PDF Stampa E-mail
Lunedì 28 Novembre 2016 18:10

di Sebastiano Sampò.

A 24 anni dalla messa fuori legge dell’amianto (legge 257 del 1992) si contano ancora 1.400 morti l'anno per mesotelioma pleurico, dove l’amianto è responsabile al 99,7 % (a cui se ne aggiungono altri per carcinoma polmonare e altre patologie dove l’amianto e corresponsabile con altri fattori). Per alcune tipologie il mesotelioma pleurico ha una prognosi infausta e i trattamenti attualmente utilizzati nella pratica clinica non hanno ancora portato alla cura definitiva di questa patologia ... 

Le stime (per difetto) di CNR-Inail sono preoccupanti: 34mila i siti contaminati da amianto in Italia, una cifra destinata a crescere perché frutto di una mappatura ancora in corso da parte di Inail, ministero dell'Ambiente e Regioni. Secondo l’Ispra ogni anno vengono smaltite 380mila tonnellate di rifiuti: agli attuali ritmi di bonifica serviranno ancora 85 anni per completare la dismissione degli oltre 32milioni di tonnellate di amianto presenti nel nostro territorio.

Su internet è disponibile una mappatura a cura di ARPA Piemonte: http://webgis.arpa.piemonte.it/amianto_storymap_webapp/
Selezionando amianto antropico, e cliccando su risultati mappatura si può cercare il proprio comune e vedere quali coperture sono presenti vicino alla propria abitazione.

Cosa può fare il cittadino quando riscontra un manufatto deteriorato che può disperdere fibre nell’ambiente ?
Fare una segnalazione al proprio sindaco che è autorità sanitaria locale. In questa veste, ai sensi dell'art. 32 della legge n. 833/1978 e dell'art. 117 del D.Lgs. n. 112/1998, può anche emanare ordinanze contingibili ed urgenti, con efficacia estesa al territorio comunale, in caso di emergenze sanitarie e di igiene pubblica.

Sarà il sindaco a richiedere, tramite i suoi uffici, l’intervento dell’ARPA che valuterà l’effettiva presenza di amianto e lo stato della copertura, che potrebbe essere accettabile ma monitorabile ogni anno, oppure richiede la immediata bonifica.
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna