Font Size

Cpanel
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttiva

    Questo sito usa i cookies per gestire autenticazioni, navigazione, e altre funzioni, compreso l'inserimento dei commenti. Accettando consentirai che questo tipo di cookies possano essere salvati sul tuo dispositivo.

    View e-Privacy Directive Documents

Editoriali di Altritasti

Crisi e metafore

  • PDF
ImageNote di Gianfranco Miroglio a margine dell’incontro della rivista Culture dell’8 febbraio 2010.
E’ stata una piccola, importante riunione. Spontaneamente “carbonara”. Come al solito del resto, anzi un po’ più del solito per via dell’antro che l’ha ospitata, nel profondo ventre della CGIL, cantine, cunicoli, suggestioni.
Del resto è vecchia storia di come il contenitore possa anche camuffarsi e diventare “contenuto” ...

AltritAsti festeggia il 100° numero della sua newsletter settimanale

  • PDF
ImageIl raggiungimento del centesimo numero merita un (breve) attimo di solennità ? Forse sì, perchè 100 numeri della nostra newsletter settimanale significano anche 100 settimane di paziente e puntuale lavoro per riunire informazioni e conoscenze della Società Civile astigiana. Cioè due anni di lavoro. 716 articoli/contributi pubblicati. 172 "Autori" coinvolti (di cui 98 astigiani). Qualche migliaio di appuntamenti segnalati. Vi par poco ? ...

C'inquina o cinquina?

  • PDF
di Angiola Brumana.
ImageScelgo certamente la seconda opzione. Primo, perché leggere è energia pulita e rinnovabile;  secondo, perché è tempo di tombole e una vincita, anche alla tombola del riciclo, è sempre una sorpresa.
A volte i libri sono come le ciliege: se trovi il filone buono, uno tira l'altro ...

Della spiccata personalità delle zucche

  • PDF
Cronachetta di balcone fiorito da leggere quando fuori gli alberi dormono. di Daniela Grassi.
ImageAll’inizio dell’estate mi hanno regalato due microscopiche piante di zucchette decorative, appena due fogliette verdissime per piantina. Le ho trapiantate entrambe in un grande vaso e loro, giorno dopo giorno, sono diventate sempre più lussureggianti, vivaci e ricche di belle foglie e di grandi fiori gialli ...

Non ti ho riconosciuto

  • PDF
di Gabriella Fogli.
ImageTi ho visto sulla strada mentre tendevi la mano o all'angolo a vendere rose
sotto l 'acqua battente da giorni fermo dentro a una pozzanghera con la manina protesa per un cent.
Ti ho visto in televisione con il ventre gonfio da scoppiare
ma pieno solo di nulla, perché nulla hai ...

Dalle colline e il mondo

  • PDF
Quasi un Wu Ming in salsa astigiana …
ImageEra una domenica d’autunno e Paola e Franco, con la loro auto, avevano abbandonato la strada trafficata tra Asti e Alba e si erano portati al di là del Tanaro. Scoprirono così il fiume dalle anse strette e riparate dagli alberi con le foglie ingiallite, che davano riflessi  dorati sull’acqua e i voli rapidi di germani intorno alle rive ...

Chi ?

  • PDF
di Elsa Morante.
ImageIl capo del Governo si macchiò ripetutamente durante la sua carriera di delitti che, al cospetto di un popolo onesto, gli avrebbero meritato la condanna, la vergogna e la privazione di ogni autorità di governo.
Perché il popolo tollerò e addirittura applaudì questi crimini ? ...

Buone Feste. A tutti noi ...

  • PDF

ImageAvevamo voglia di farvi gli auguri di "BUONE FESTE", ma non sapevamo in quale modo.
Perchè volevamo che i nostri auguri fossero davvero "augurali".
Sinceri.
Sentiti.
Che si sentissero.
Insomma, non quegli auguri che spesso ci vengono rivolti più per abitudine e routine che per autentico sentire.
Come, ad esempio, quelli declamati dai negozianti, auguri che sembrano volerti dire: "avanti un altro, chi c'è prima" ...
Oppure quelli del vostro capufficio: "anche se tu sai che non te li meriteresti" ...
Oppure quelli del vostro vicino di casa: "vero che state per traslocare ?" ...
No, nessuno di questi auguri.
Volevamo degli auguri GROSSI.
GROSSI ...
Allora la matita di Marisa ha iniziato a correre rapida su un foglio bianco ...

Il Decoder, quell'oggetto che ci salverà ...

  • PDF
di Marisa Pessione.
ImageAspettavano da giorni il suo oscuramento, ne avevano parlato e discusso ed erano consapevoli che si trattasse di un bene superfluo e che vi erano altri modi e strumenti per accedere compiutamente all’informazione. Ma lo avevano ereditato – prima in bianco e nero e poi a colori – in occasione di qualche compleanno o sotto forma di avanzo di cantina da parte di qualche amico. Non sapevano, però, quale sarebbe stata la loro reazione al momento in cui la scatola grigio-nera, contenitore e proiettore di mille suoni ed immagini colorate, si sarebbe trasformata in un inutile soprammobile ...

Quasi quasi mi iscrivo al Pd ... in Val di Susa

  • PDF
di Domenico Finiguerra, Sindaco di Cassinetta di Lugagnano. Con un commento finale di Alessandro Mortarino.
ImageCosì, i sindaci valsusini del Partito democratico, per l’elezione della nuova Comunità montana, si sono rifiutati di stringere un accordo con i sindaci del Popolo della libertà, come richiesto e promosso dai vertici piemontesi e non solo del Pd. Al contrario hanno cercato e trovato un’intesa con i sindaci Notav. Un’intesa che potrebbe riuscire a far saltare il progetto Tav, da anni contestato dall’intera Val di Susa. Sergio Chiamparino, leader maximo piemontese del Pd, e Mercedes Bresso, governatrice della Regione Sabauda, sono su tutte le furie. Rilasciano dichiarazioni al vetriolo nei confronti dei dissidenti. Arrivano addirittura ad invocare l’intervento del governo. Per decreto!!! Mi immagino le [male] parole che a Torino sono state riversate addosso ai sindaci ribelli che si sono permessi di ascoltare le loro comunità invece dei capi partito ...

In ricordo di Giorgio Rizzolari

  • PDF
ImageIl torrido Agosto astigiano ha deciso (dopo aver spento il suono di Gianni Basso) di portare per sempre con sè un nostro "vecchio" amico: Giorgio Rizzolari, compagno di mille battaglie per la libertà. Nell'abbracciare Graziella, vogliamo ricordare Giorgio attraverso le parole e i sentimenti spontanei di chi lo ha conosciuto ...

AltritAsti va in ferie. E senza ... scherzi

  • PDF
di Alessandro Mortarino.
ImageFine Luglio, perle di sudore scivolano irridenti lungo i corpi madidi e malmostosi di noi poveri mortali. Un sudore "sociale": pare che ad Asti la gente abbia ritrovato la voglia di uscire dalle proprie abitazioni per creare (... ricreare ...) un'idea di popolo non-bue che si ritrova e dialoga e riflette. In mezzo alle strade: via Cavalla per ridiscutere la progettualità urbanistica di una città (meglio sarebbe dire: la casuale edificazione antropica di una ormai città ...), via Malta per ridare dignità all'idea di un diritto-base come quello dell'abitare, piazza San Secondo (Agorà del Municipio) per gridare alle Istituzioni le une e le altre nuove ed alternative ipotesi ...

Partiti, Movimenti, contenuti, contenitori ...

  • PDF

ImagePubblichiamo altri due interventi a proposito del dibattito apertosi ad Asti sull’ipotesi di provare a strutturare una “forma” di opposizione organizzata capace di creare un modello attivo di relazioni tra simili e di proposta sociale alternativa.

Il dibattito è quanto mai aperto ed attende i vostri contributi di idee …

Partecipazione democratica e non "vittoria" ...

  • PDF
di Alessandro Mortarino.
ImageRitorno sul mio ragionamento della scorsa settimana a proposito di democrazia comunale (“Noi amministratori pubblici. Voi cittadini …”) anche alla luce di due piacevoli concomitanze.
La sera di Martedì 30 Giugno un folto gruppo di cittadini si è ritrovato lungo il marciapiede di via Cavalla ad Asti per una estemporanea assemblea pubblica dedicata agli spazi pubblici in odore di vendita da parte dell’amministrazione comunale (insomma: proprio davanti ad una delle aree in progetto di alienazione, un resistente prato assai frequentato dai cani del quartiere …). Nello stesso momento le rotative del quotidiano La Stampa iniziavano a mettere a registro la dichiarazione del Sindaco Galvagno: ritiriamo il progetto …

Noi amministratori pubblici. Voi cittadini ...

  • PDF
di Alessandro Mortarino.
ImageOgni volta che mi trovo a dover dialogare con qualche rappresentante del popolo italiano (di volta in volta: Sindaco, Assessore, Presidente di Regione o di Provincia e così via) vengo sistematicamente colpito da una situazione che ritengo ormai essere il vero nodo della questione sociale dei nostri giorni: la distanza esistente (nella mentalità del mio interlocutore del momento) tra le responsabilità dell’amministratore della cosa pubblica e i bisogni/esigenze degli individui e della collettività. Qui sta il trucco. Qui dobbiamo tentare di imboccare la nuova strada …