Font Size

Cpanel
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttiva

    Questo sito usa i cookies per gestire autenticazioni, navigazione, e altre funzioni, compreso l'inserimento dei commenti. Accettando consentirai che questo tipo di cookies possano essere salvati sul tuo dispositivo.

    View e-Privacy Directive Documents

Diritti Sociali

Come ti azzoppo la "meglio gioventù"

  • PDF


di Giampiero Monaca.


E' davvero un peccato che sui temi più belli, appassionanti e significativi quali l'educazione, la promozione sociale, la cura della salute, la tutela della sicurezza, la solidarietà, in questo paese si finisca quasi sempre ad urlare o a dover "giocare in difesa". Sarebbe così bello se si potessero affrontare questi temi con passione, onestà intellettuale, fiducia che l'interlocutore faccia le sue proposte ispirato da ideali sinceri e non da tornaconti personali, logiche lobbystiche, progetti di delegittimazione ...

E adesso? Non podemos

  • PDF


di Enrico Euli*.


Dopo i Cinque Stelle e Syriza ci godiamo ora nel firmamento della politica la nuova stella che albeggia: Podemos. Vengono dalle lotte degli indignados, che – dopo essere stati sgomberati e manganellati in piazza – si ripresentano nelle urne, e prendono molti molti voti. I loro avversari politici perdono molti molti voti, a loro vantaggio. Tanti che si sarebbero astenuti sono andati a votare, e si sono affidati alle speranze di Podemos o di Ciudadanos ...

Piccola lettera ai ragazzi e alle ragazze d’Italia

  • PDF



di Franco Arminio, paesologo e poeta. Manifesto affisso in questi giorni ad Asti a cura di A.L.B.A. (Alleanza Lavoro Benicomuni Ambiente).


Cari ragazzi e care ragazze, abitate da poco una terra antica, dipinta con le tibie di albe greche, col sangue di chi è morto in Russia, in Albania. Avete dentro il sangue, il freddo delle navi che andavano in America, le grigie mattine svizzere le baracche. Prima il mondo filava le sue ore lentamente e ogni scena era per tanti, tutti insieme nel pochissimo bene che c’era e nel male che aveva il suono sotto le coppole e le mantelle nere ...

La logica del dominio. Possiamo superarla

  • PDF


di Andrea Bizzocchi*.


Se guardiamo alla storia umana, ci accorgiamo che per circa tre milioni di anni (cioè per il 99,6 per cento del nostro tempo su questo pianeta), prima degli ultimi diecimila, gli esseri umani hanno vissuto in unione simbiotica con la Natura (per Natura intendo la totalità dei viventi e dei “non viventi”, il cosmo e le virtualmente infinite interrelazioni tra tutti… insomma il Tutto). Esisteva la Natura, non le risorse. Esisteva una comunione di soggetti, non uno sfruttamento di oggetti. L’essere umano era e non possedeva ...

Infranta nuovamente la segretezza dei negoziati commerciali

  • PDF


A cura della Campagna Stop TTIP Italia.


E’ di pochi giorni fa la diffusione di un nuovo testo sugli investimenti da parte di WikiLeaks che riguarda i negoziati segreti dell'accordo commerciale transpacifico, un vero e proprio negoziato fratello del più conosciuto TTIP. La data in cui è stato redatto il documento è il 20 gennaio 2015. Ma chissà quando ne saremmo venuti a conoscenza se non fosse stato per la fuga di notizie. Infatti, come si può leggere nella prima pagina, il testo doveva restare segreto per quattro anni dopo l'entrata in vigore dell'accordo TPP e, se questo non fosse andato a buon fine, per quattro anni dalla chiusura dei negoziati ...

Anche a scuola sorridi, sogna, aiuta chi puoi

  • PDF


di Giampiero Monaca.


Qualche giorno fa, complice il calendario (era il 1° aprile) insieme ai bambini di 3 C abbiamo parlato delle cose che a ciascuno piacerebbe sentirsi dire, abbiamo/ho preparato dei cartelli con su scritto, a caratteri cubitali: SOGNA, SORRIDI, SALUTIAMOCI, LASCIA PULITO, SII GENTILE, AIUTA CHI PUOI. Ci siamo sguinzagliati nei corridoi e dopo un quarto d’ora  tutta la scuola sembrava essere più sorridente: uno dei nostri bambini della Terza C ha detto, tutto orgoglioso: “Guardo il corridoio con i nostri cartelli e mi sembra che sorridano anche loro” ...

Banche Impopolari

  • PDF


di Marco Bersani, Attac Italia.


Molto si è già detto e scritto sul decreto legge approvato dal governo Renzi che impone alle Banche Popolari con asset superiori a 8 miliardi la trasformazione nell’arco di 18 mesi in Società per azioni. Dall’utilizzo della decretazione senza le caratteristiche di urgenza e necessità (essendo l’unica urgenza in campo quella personale del premier di presentarsi in Europa con un nuovo coniglio estratto dal cappello) alla subalternità della politica agli interessi dei grandi capitali finanziari, che infatti festeggiano in Borsa il nuovo succulento boccone messo a cuocere in pentola per loro ...

Non giochiamo con il debito

  • PDF


Contributo di Francesco Gesualdi (Centro Nuovo Modello di Sviluppo) al Convegno Btp0%, Milano 18 dicembre 2014.


L’Italia ha il diritto e il dovere di liberarsi dal debito perché 85 miliardi l’anno, solo per interessi, sono un salasso insostenibile che genera disuguaglianze, povertà e disoccupazione.
Alcuni numeri possono darci il quadro della drammatica situazione sociale in cui il debito ci ha trascinato ...

Vidi una bestia salire dal mare ...

  • PDF


di Padre Alex Zanotelli.


E’ con queste parole che il profeta dell’Apocalisse descrive l’Impero Romano alla fine del primo secolo. Le stesse parole le userei per le nuove bestie che appaiono all’orizzonte: il Partenariato Transatlantico per il Commercio e gli Investimenti, nell’acronimo inglese T-TIP, e l’Accordo per il Commercio dei servizi, nell’acronimo inglese TISA. Due trattati pericolosissimi, purtroppo poco conosciuti dal grande pubblico, perché porteranno alla privatizzazione dei servizi ...

Quando è troppo è troppo?

  • PDF


di Andrea Baranes, presidente della Fondazione Culturale Responsabilità Etica, della rete di Banca Etica.


Non siamo razzisti, ma quando è troppo è troppo. Gli paghiamo tutto, e in cambio ci derubano pure. Rimandiamoli a casa loro, una volta per tutte. Sono criminali della peggior specie, ogni singola volta che ne senti parlare è per qualche furto, truffa, raggiro. E’ tutto quello che sanno fare, oltre a portarci via il lavoro. Vivono in un mondo tutto loro, al di fuori della società. Non rispettano le nostre regole e le nostre leggi. Vanno avanti unicamente commettendo crimini, e siamo sempre noi cittadini onesti a rimetterci. E non è tutto, il colmo è che questi campano pure sulle nostre spalle. Si prendono miliardi in aiuti di ogni tipo. Soldi delle nostre tasse, per continuare a delinquere. Sono anni che va avanti così ...

Come usare la spesa pubblica per i diritti, la pace, l’ambiente

  • PDF


Il rapporto Sbilanciamoci! 2015 disegna la "contromanovra" che nessun governo osa offrire al Paese.


Rispetta l’obbligo del pareggio di bilancio, pur proponendone l’abolizione, dimostrando che la quantità delle risorse pubbliche disponibili non è l’unica variabile che condiziona l’impianto della legge di stabilità. Il punto dirimente resta quale modello di economia, di società e di democrazia si ha in mente. Quello della legge di stabilità 2015 continua ad essere sbagliato perché finge di fare l’interesse di tutti, ma si inchina agli interessi di banche e imprese e non affronta i buchi neri del declino del nostro paese: l’economia in declino, un’occupazione in calo e sempre più precaria, un sistema di istruzione e di ricerca pubblico indebolito dai progressivi tagli, un disagio sociale crescente che consegna alla povertà assoluta sei milioni di persone, politiche sociali fragili e sempre più delegate alla famiglia, un patrimonio naturale e culturale in abbandono.

Europa-Africa: il bacio della morte

  • PDF


di Padre Alex Zanotelli.


Nel semestre italiano di presidenza dell’Unione Europea (UE) e con Federica Mogherini, Alta Rappresentante per la politica estera e di sicurezza, nonché vicepresidente della UE, l’Europa ha dato il "bacio della morte" - così scrive Le Monde Diplomatique - all’Africa, forzandola a firmare gli Accordi di Partenariato Economico (EPA). “O firmate gli EPA - ha detto la Commissione Europea ai paesi ACP (Africa, Caraibi, Pacifico) o sarete sottoposti a un nuovo regime di tassazione delle vostre esportazioni”. E lo ha fatto, come promesso, entro il 1° ottobre 2014 ...

Come pensa la classe dominante

  • PDF


di Raúl Zibechi.


Dobbiamo comprendere che la grave situazione in cui viviamo non è una parentesi. Niente funzionerà più come prima del 2008. È probabile che stiamo entrando in un sistema forse anche peggiore del capitalismo, una sorta di economia della rapina, più simile al modo in cui funzionano le mafie del narcotraffico che ai modelli imprenditoriali che abbiamo conosciuto nella maggior parte del XX secolo. La crisi è stata provocata da los de arriba, quelli che stanno in alto, per continuare a restarvi, a essere classe dominante. Vogliono farlo a spese dell’umanità intera e sono disposti a creare anche un’ecatombe demografica pur di togliere di mezzo o far scomparire tutto quel che limita i loro poteri e intralcia i loro piani. A noi non resta altra strada che organizzare il nostro mondo nei nostri spazi/territori ...

Terra casa e lavoro: diritti per tutti. Papa Francesco ai Movimenti popolari

  • PDF


Discorso del Pontefice ai partecipanti all'incontro mondiale dei Movimenti Popolari del 28 ottobre 2014.


Buongiorno di nuovo, sono contento di stare tra voi, inoltre vi faccio una confidenza: è la prima volta che scendo qui, non c’ero mai venuto. Come vi dicevo, provo grande gioia e vi do un caloroso benvenuto. Grazie per aver accettato questo invito per dibattere i tanti gravi problemi sociali che affliggono il mondo di oggi, voi che vivete sulla vostra pelle la disuguaglianza e l’esclusione. Grazie al Cardinale Turkson per la sua accoglienza, grazie, Eminenza, per il suo lavoro e le sue parole. Questo incontro dei Movimenti Popolari è un segno, un grande segno: siete venuti a porre alla presenza di Dio, della Chiesa, dei popoli, una realtà molte volte passata sotto silenzio. I poveri non solo subiscono l’ingiustizia ma lottano anche contro di essa! ...

Senza Partito

  • PDF


di Simone Weil (scritto nel 1943).


Un partito politico è una macchina per fabbricare una passione collettiva; un partito politico è un'organizzazione costituita in modo da esercitare una oppressione collettiva sul pensiero di ciascuno degli esseri umani che ne sono membri; fine primo e ultimo di ogni partito politico è il suo potenziamento senza limite alcuno ...