Font Size

Cpanel
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttiva

    Questo sito usa i cookies per gestire autenticazioni, navigazione, e altre funzioni, compreso l'inserimento dei commenti. Accettando consentirai che questo tipo di cookies possano essere salvati sul tuo dispositivo.

    View e-Privacy Directive Documents

Diritti Sociali

L’uomo più saggio che ho conosciuto non sapeva né leggere né scrivere...

  • PDF


di José Saramago.

L’uomo più saggio che ho conosciuto non sapeva né leggere né scrivere. Alle quattro della mattina, quando la promessa di un nuovo giorno ancora indugiava sulla terra di Francia, egli si alzava dal suo giaciglio e andava nel campo, per dare da mangiare alla mezza dozzina di maiali la cui fertilità nutriva lui e sua moglie. I genitori di mia madre vivevano in questa povertà, sulla piccola prole dei maiali che dopo lo svezzamento veniva venduta ai vicini nel nostro villaggio di Azinhaga nella provincia del Ribatejo. I loro nomi erano Jerónimo Meirinho e Josefa Caixinha ed erano entrambi analfabeti ...

Biasimo funebre

  • PDF


di Luisa Rasero (Segreteria Provinciale Cgil) e Simonetta Ferrero (Referente di Libera in Cgil Asti).

La morte di una persona dovrebbe essere sempre un momento triste, ma quando il nome è Bernardo Provenzano, uno dei più spietati capimafia di questo Paese, si fa fatica a non pensare che il mondo è un poco più pulito. E si capiscono benissimo le parole della coraggiosa Sindaca di Corleone, Lea Savona: “La morte di Provenzano è una liberazione, oggi è il nostro 25 aprile” ...

Democrazia Diretta e Partecipazione entrano finalmente nello Statuto comunale

  • PDF


di Paolo Michelotto.

Il 21 giugno 2016, solstizio d’estate, con una sala del Consiglio Comunale gremita di cittadini, è stato approvato il nuovo Statuto Comunale di Vignola (provincia di Modena). Un lungo applauso dei presenti ha coronato un percorso partecipato durato più di 6 mesi. Il nuovo Statuto Comunale, fortemente voluto dall’amministrazione della lista civica del sindaco Mauro Smeraldi, grazie all’impegno dell’assessore alla cultura e democrazia Monica Maisani (con il grande aiuto della responsabile ufficio partecipazione Dott.ssa Elisa Quartieri e del Segretario Comunale Dott. Giovanni Sapienza e della Dirigente Dott.ssa Elisabetta Pesci), ha introdotto strumenti di partecipazione e di democrazia diretta fortemente innovativi. Vignola è diventata così non solo la capitale della democrazia diretta e partecipata in Italia, ma nell’intero mondo ...

Cari maschi, tocca a noi

  • PDF

Ci sono appelli che segnano un passaggio, gridano "basta!" e al tempo stesso aprono a punti di vista finalmente diversi, come questo: "La ripetizione sempre più diffusa di efferati femminicidi chiama ormai in causa gli uomini portatori, più o meno consapevolmente, di una cultura maschilista che li rende carnefici, oltre che “vittime” di tale cultura, ben al di là di una loro (consumata) solidarietà con la persona colpita dalla violenza... La diversità di genere è una ricchezza, ma può scivolare nello sciovinismo maschilista se a tale diversità viene assegnata una gerarchia, ruoli non paritari. Non basta, per noi uomini, firmare appelli in difesa delle donne, partecipare sinceramente commossi a iniziative di solidarietà con loro. Bisognerebbe iniziare a firmare appelli anche contro quella parte di noi stessi che indulge a connivenze complici perché quei maschi assassini non sono alieni venuti da altri pianeti: sono l’esito drammatico di un pensiero che alberga oscuro nelle teste di noi uomini" ...

Senza denaro, sarebbe terribile

  • PDF


di Gustavo Duch.

Questo ipermercato resta chiuso per caos, si leggerà sui cartelli. Senza denaro, sarà terribile: i ricchi non saranno ricchi e i poveri non saranno poveri. Senza benzina, si correrà di meno e si respirerà meglio ma il panico si diffonderà. La fine di un capitalismo che buona parte della popolazione mondiale considera insopportabile ci fa paura. Perché? ...

TTIP: la democrazia di Calenda

  • PDF


di Marco Bersani, Attac Italia.

Dopo la grande manifestazione nazionale contro il TTIP dello scorso 7 maggio, qualcosa si è mosso sui finora impenetrabili media, e del Partenariato Transatlantico sul Commercio e gli Investimenti fra Usa e Unione Europea anche nel nostro Paese si inizia a discutere pubblicamente. Un effetto di tutto questo è stata l’apertura, da parte del Ministro Calenda, della sala di lettura nazionale a disposizione dei parlamentari che volessero visionare i documenti del negoziato ...

Figlia mia, ti scrivo perché…

  • PDF


Da Luca Bedino.

… perché pochi mesi ancora e sarai maggiorenne. Capisco che tu non stia nella pelle: potrai prendere la patente; farti il tatuaggio atteso da anni; berti una birra in compagnia senza le scappatoie da epoca proibizionista.
Avrai pure il diritto di esprimere le tue scelte politiche votando.
In quest’ultimo mese son stato piuttosto assente, soprattutto nei fine settimana – come ben sai – dato che son sceso in strada a raccogliere firme per il referendum sulla legge elettorale. Non potevo restarmene con le mani in mano: la posta in gioco è troppo alta. Mi hai anche accompagnato, un venerdì pomeriggio, toccando con mano la fatica di spiegare e d’invitare a sottoscrivere ...

Fermare il TTIP è necessario. Insieme è possibile

  • PDF


di Marco Bersani, Attac Italia.

Oltre 30.000 persone hanno partecipato sabato 7 maggio a Roma alla riuscitissima manifestazione nazionale promossa dalla Campagna Stop TTIP, una rete di oltre 250 associazioni e di 70 comitati locali. Una piazza plurale, allegra e determinata, che riassumeva in sé l’ampia composizione sociale che, in oltre due anni di lavoro nei territori, si è aggregata intorno a questa battaglia: c’erano i produttori agricoli e le piccole imprese, i sindaci di diversi Comuni, le reti dell’altra economia, del commercio solidale e del consumo critico, le associazioni ambientaliste e di movimento, i sindacati e le forze politiche. E, soprattutto, tantissime donne e uomini da tutta Italia che hanno deciso di scendere in campo per fermare un trattato che mette a repentaglio diritti e democrazia ...

Lettera alle mie amiche che mi hanno ucciso nell'anima

  • PDF


Sono senza lacrime, sono senza voce per urlare, sono una ragazza trascinata sotto la soglia del pudore. Io sono quella ragazza che soffre di epilessia - una malattia che colpisce 1 persona su 100 - che è stata immortalata da telefonini assassini da persone immorali e ripugnanti. Erano mie amiche, me lo dicevano e io ci credevo. Io, una ragazza come tante, una ragazza normale, quindici anni studentessa a Torino. Qualche volta ho delle crisi ma se vengo assistita, mi passano e torno a vivere come tutti quanti, come tutte le persone del mondo ...

Nasce il Coordinamento Migranti della Cgil di Asti

  • PDF


A cura di CGIL Asti, Politiche per l’immigrazione.

Presenza di lavoratori immigrati nelle categorie della Cgil di Asti: FILCTEM (chimici) 5 %, FILLEA (edili/legno) 35 %, FIOM (metalmeccanici) 6 %, FILCAMS (commercio e servizi) 16%, FILT (trasporti) 12%, FUNZIONE PUBBLICA 7 %, FLAI (agricoli/settore agroalimentare) 56%, SCL (comunicazioni) 2 %, FLC (scuola e università) 1%, NIDIL (precari/somministrati) 18 %. Persino nella FISAC (bancari/assicurativi) almeno un iscritto immigrato, c’è. E sono destinati ad aumentare con gli immigrati di seconda e terza generazione, con i bambini nati e scolarizzati in Italia.
Quando si dice che la migrazione è ormai un fenomeno strutturale – stabile – della società italiana, si stanno mettendo in prosa quelle percentuali ...

Basta compiti, non è così che si impara!

  • PDF


di Giampiero Monaca.

Mercoledì 20 aprile alle ore 21,00, il professor Maurizio Parodi, coordinatore e promotore della campagna nazionale "Basta Compiti" e preside di scuola secondaria di primo grado a Genova, illustrerà i fondamenti pedagogici di questa pratica e i suoi esiti nella carriera scolastica degli alunni, incontrando la città  presso l'ex sala consiliare del Comune di Asti ...

Viaggio sola

  • PDF


A cura del Coordinamento Donne Cgil Asti.

Ieri mi hanno uccisa.
Ho impedito che mi toccassero e con un bastone mi hanno bucato il cranio.
Mi hanno dato una coltellata e hanno lasciato che morissi dissanguata.
Come immondizia mi hanno messo in un sacco di plastica nera, avvolta con del nastro adesivo e lasciata su una spiaggia, dove mi hanno trovata ore più tardi.
Ma peggio della morte è stata l’umiliazione che è venuta dopo ...

Per una politica commossa

  • PDF


di Franco Arminio, Paesologo, scrittore e poeta.

1. Viviamo in una democrazia zippata, dove tutti parlano e questo parlare produce solo altre parole. È l’apocalisse del chiasso inconcludente, dell’agonia ciarliera. La Rete è una nave che ti imbarca anche se non ti presenti al porto. E allora si tratta di navigare controcorrente in questo mare senz’acqua, dove sembra finta perfino la vita più convinta. Bisogna combattere contro l’autismo corale, darsi cura di accendere focolai di condivisione nella realtà più che nel virtuale.

Il Governo Renzi ci toglie le tasse sulla casa e poi direttamente la casa

  • PDF


A cura di Luisa Rasero, CGIL Asti (delega politiche abitative).

C'è poco da scherzare, si dirà. Il decreto in preparazione sui mutui morosi ha creato un notevole scompiglio, tanto che la bozza ha dovuto essere già modificata. Bisognerebbe procedere con molta cautela, quando in gioco vi sono materie così delicate.
La questione: sostanzialmente la possibilità, per la banca che ha concesso il mutuo, di procedere al  pignoramento della casa ipotecata, in caso di mancato pagamento di alcune rate di mutuo, 7 rate dalla prime notizie che adesso sarebbero diventate 18.
Non che questo oggi non sia già possibile. Ma il decreto in preparazione lo renderebbe più veloce, senza necessità di passare da un giudice ...

Quel sito, costato molto, che non serve

  • PDF


ISVRA (Istituto Italiano per lo Sviluppo Rurale e l'Agriturismo) analizza il sito governativo ufficiale dell’agriturismo italiano: non rivolto al turista, tante disfunzioni, pochissime visite.

Proposto ad Expo in occasione dell’incontro “L’agriturismo italiano si presenta al mondo”, il sito internet ufficiale dell’agriturismo italiano http://www.agriturismoitalia.gov.it la cui consultazione, con chiavi di accesso tematiche o geografiche, consente di accedere e organizzare i soggiorni nei vari territori italiani” (testuale dal sito web del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali) non risponde - secondo l’analisi dell’Istituto Italiano per lo sviluppo rurale e l’agriturismo (ISVRA) - a quanto annunciato, delusione di utenti ed imprese ...

Altri articoli...