Font Size

Cpanel
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttiva

    Questo sito usa i cookies per gestire autenticazioni, navigazione, e altre funzioni, compreso l'inserimento dei commenti. Accettando consentirai che questo tipo di cookies possano essere salvati sul tuo dispositivo.

    View e-Privacy Directive Documents

La cucina della crisi: critica e bio

  • PDF


di Anna Toro.


“Prendete duecentocinquanta grammi di mollica da un pezzo di pane raffermo, mettetela a bagno nel latte. Vi serviranno anche un uovo, zucchero, cannella, qualche nocciola e, se volete, un pochino di cioccolato”.
Sono gli ingredienti di un ottimo pudding da fare in casa.
A proporlo, durante il festival romano sul riciclo "Riscarti", è Annarita, meglio conosciuta al pubblico come Miss Critical Kitchen, blogger e “cuoca etica” ...

E' ora di dar vita ad una Rete Astigiana di Economia Solidale

  • PDF


di Alessandro Mortarino.


Qualche anno fa AltritAsti aveva lanciato una proposta di "unione delle forze" sul territorio astigiano per costituire un possibile distretto di economia solidale locale, cioè un concreto modo di mettere assieme produttori e consumatori, associazioni e singole persone, amministrazioni e forze economiche a partire da due concetti-base: cambiamento degli stili di vita personali e cambiamento dei rapporti economici legati alla produzione/trasformazione agroalimentare. Oggi le sensibilità sembrano pronte e quella proposta ci pare possa iniziare a trasformarsi in un progetto fattibile ...

Per una viticoltura sostenibile

  • PDF


di Enrico Griseri.


Il vino, ha osservato Ruggero Mazzilli della Stazione sperimentale per la viticoltura sostenibile di Gaiole in Chianti nel corso dell'incontro a Castagnole Lanze sul Biodistretto vitivinicolo di Greve in Chianti, è un prodotto non indispensabile per la sopravvivenza, che ha significato e valore solo se è espressione autentica della qualità e della cultura di un territorio: che senso ha allora produrlo attraverso l'uso di sostanze chimiche pericolose ? ...

Le 10 multinazionali più pericolose del mondo

  • PDF


Non importa dove tu viva, è impossibile scappare alla globalizzazione. L’unica via d’uscita è informarsi per scegliere con coscienza prima di comprare. Iniziare a coltivare e a produrre i propri alimenti, ridurre il consumo di petrolio e dei suoi derivati, riforestare, comprare solo il necessario, ascoltare la propria voce interiore invece di quella della pubblicità: sono piccoli passi per sfuggire ai grandi mostri.
E ricordarsi sempre che il potere di scelta è nostro, non diamo loro la soddisfazione di cadere nelle loro grinfie ...

Consumi: come difendersi dall'obsolescenza programmata

  • PDF


di Francesco Bevilacqua.


Il nostro sistema economico ha bisogno di stimolare continuamente i bisogni dei consumatori affinché acquistino con ritmi sempre crescenti. Quando non è possibile indurre la sostituzione di un bene attraverso mode, pubblicità e strategie di marketing mirate, si fa in modo che sia il prodotto stesso a "scadere", rompendosi e diventando inutilizzabile. Come difendersi dall'obsolescenza programmata ...

Auto vecchia o auto nuova? Questo è il problema ...

  • PDF


di Mirko Omiccioli.


Supponiamo di avere una vecchia automobile, che magari ha più di dieci anni. Potrebbe essere, che so, un euro 1 o un euro 2 e chiaramente inquina più di un modello attuale, dotato di moderni filtri, e che sicuramente fa più chilometri con un litro dell’ormai costosissimo carburante. Quando la mattina devi farla partire fa un pò fatica (specie se sei fra quelli che come me la tengono posteggiata fuori durante la notte), ma non ti spara uno di quei mefitici nuvoloni scuri prima di mettersi in moto, perchè comunque la mantieni bene e la porti a far controllare tutte le volte che serve ...

Non solo libri: la Biblioteca pubblica offre semi per l’orto

  • PDF


Nonostante il freddo e la neve, in Colorado l’aria inizia a profumare di primavera. Qui, la piccola biblioteca pubblica della città di Basalt da qualche tempo ha dato il via ad un esperimento per così dire “bucolico”: oltre ai libri, da oggi in poi, i residenti della città potranno “noleggiare” anche i semi !
Con lo scopo di attirare più pubblico, i dipendenti della biblioteca hanno pensato di arricchire così la proposta già variegata di noleggio libri, dvd e altri media ...

Mai più schiavi dell’auto con la strategia dell’imbarco a vista

  • PDF


Oggi è possibile muoversi rapidamente, in città e fuori città, anche senza la propria auto, confidando nella strategia dell’ “imbarco a vista”, o “Jungo”, un'iniziativa già sperimentata con successo in molte parti d'Italia e tra breve attiva anche nella provincia di Asti. Jungo permette di sfruttare i flussi di auto in movimento, senza bisogno di un preventivo appuntamento, e di incentivare gli automobilisti ad accostare per imbarcare persone che vanno nella stessa direzione. Gli jungonauti da lontano possono sembrare degli autostoppisti, perché ne hanno l’atteggiamento esteriore, ma viaggiano velocissimi, grazie al sistema Jungo che fa aumentare drasticamente la “propensione all’imbarco” degli automobilisti ...

Io ho un chiodo

  • PDF


di Ascanio Celestini.


Io ho un chiodo, cioè facciamo finta che io sia un industriale nel settore dei chiodi e abbia un operaio che usa martello e incudine per fare un chiodo. Alla fine della giornata quell’operaio mi consegnerebbe il chiodo e io lo metterei sul mercato ricavando un centesimo.
Certo che non basta un chiodo per essere un industriale. E poi un’azienda con un solo operaio non è un’industria.
Infatti dovrei avere almeno cento operai che usando l’incudine e il martello facessero cento chiodi, in quel caso potrei ricavare un fatturato giornaliero di cento centesimi ...

E se anche nell'astigiano iniziassimo a condividere gli alimenti in eccesso ?

  • PDF

di Silvana Bellone.
Un'idea su cui riflettere, anche rielaborandola in chiave locale.


Ho letto sul settimanale "Il Venerdì di Repubblica" un articolo riferito ad una interessante iniziativa di "food sharing" (condivisione degli alimenti) in atto in Germania, dove alcune persone impressionate dallo spreco di cibo in Europa (dopo aver visionato un film sul tema della corretta alimentazione) hanno creato una piattaforma online per condividere il cibo in eccedenza, seguendo naturalmente alcuni principi fondanti come: non dare ad altri ciò che tu non mangeresti, sensibilizzare le persone sul valore del cibo, aiutare gli utenti a conoscersi e condividere una visione del mondo ...

Filosofia del cavolo, della marmellata e di altri alimenti

  • PDF

Ovvero cosa fa diversa una confettura contadina da una industriale, di Beppe Marasso.


Il lavoro svolto tra le pareti domestiche può essere fatto con più piacere che un lavoro svolto in uno stabilimento. La passione e la competenza di una nonna o di un nonno che producono marmellata per i propri nipotini può essere maggiore di quella di un operaio/operaia costretto/costretta a un lavoro ripetitivo. Ma questi elementi di ordine prevalentemente soggettivo non sono sufficienti a spiegare la differenza tra la “rumenta” e la squisitezza. Bisogna fare altre considerazioni. Bisogna vedere che la differenza quantitativa induce in modo oggettivo fortissime differenze qualitative che qui di seguito tento di schematizzare ...

Il biologico ? Un concetto confuso e farmaceutico ...

  • PDF

L’agricoltura biologica è dettagliatamente codificata da norme europee e nazionali. Meno marketing e più risposte concrete alle esigenze dell’agroalimentare italiano. FederBio replica così a Oscar Farinetti.
«Il biologico, un concetto confuso e farmaceutico che non piace a noi gourmet» dichiara Oscar Farinetti, ex proprietario di UNIEURO -elettronica di consumo - e ora socio di Coop in Eataly, catena di distribuzione al dettaglio di generi alimentari di fascia alta ...

Vivere in 5 con 5 euro al giorno. Possibile !

  • PDF

di Simone Zuin.


Stefania Rossini vive a Pontevico. Mamma di tre bimbi e moglie di un operaio metalmeccanico, come ormai accade sempre più spesso, qualche anno fa ha perso il lavoro. Questo le ha imposto una riorganizzazione della sua vita, opera a cui si è dedicata con pratica lucidità, senza stravolgere troppo la propria esistenza. Ha innanzitutto deciso di ripensare il suo modo di vivere in virtù del fare piuttosto che del comprare, dell’essere al posto dell’avere, e ha immaginato di confrontarsi con il modo di condurre la quotidianità dei propri nonni, certa che se sopravvivevano loro …

Boom degli acquisti di gruppo e dei GAS. Non è questa la notizia

  • PDF

La notizia è transitata dalle varie testate, dall’ANSA a "La Repubblica" alle pagine del TG1 nazionale. Oggi sono 7 milioni gli italiani che trovano condizioni vantaggiose nell’unirsi per fare acquisti. A circa vent’anni dalla nascita dei primi GAS questi numeri fanno davvero impressione. Fanno impressione a chi fa parte in qualche modo del mondo dell’economia solidale e sicuramente faranno impressione anche a chi non ne fa parte.
Ci sarà (c’è da tempo) chi si domanda come replicare, come entrare e come dirigere verso … ci sarà.
C’è. E’ inevitabile ...

Anche nell'astigiano arrivano gli Spacciatori di Pasta Madre

  • PDF

di Alessandro Mortarino e Marisa Pessione.


Attenzione: sono pericolosi ! Ma niente panico, non si tratta di una nuova sostanza "da sballo", la Pasta Madre (le iniziali maiuscole sono doverose) è proprio la base essenziale del più comune tra i nostri alimenti: il Pane (l'iniziale maiuscola è doverosa). Non certamente quello a cui panetterie e supermercati ci hanno tristemente abituati, ma proprio il Pane delle nostre nonne: acqua, farina bio, sale marino e, appunto, Pasta Madre anzichè lieviti di birra. Una proposta, dunque, assolutamente "politica" e destabilizzante ...

Altri articoli...