Font Size

Cpanel
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttiva

    Questo sito usa i cookies per gestire autenticazioni, navigazione, e altre funzioni, compreso l'inserimento dei commenti. Accettando consentirai che questo tipo di cookies possano essere salvati sul tuo dispositivo.

    View e-Privacy Directive Documents

Ambiente e Territori

Inceneritori e Nanopatologie

  • PDF

ImageSu suggerimento di Piero Angelo Tartaglino di Costigliole d’Asti, ospitiamo un intervento di Stefano Montanari, Direttore Scientifico del laboratorio Nanodiagnostics di Modena, pubblicato su Arpat News (periodico dell’Agenzia regionale toscana per l’Ambiente) del 10 Maggio 2006.

Ormai non esiste più alcun dubbio a livello scientifico: le micro e nanoparticelle, comunque prodotte, una volta che siano riuscite a penetrare nell'organismo innescano tutta una serie di reazioni che possono tramutarsi in malattie.

Bilanci energetici e ambientali dell'energia nucleare

  • PDF

di Ing. Sergio Zabot (Provincia di Milano, Direttore Settore Energia).

ImageL’industria nucleare e i suoi fautori in genere sostengono che quella nucleare è una fonte di energia sostenibile e che produce quantità trascurabili di CO2.  Bisognerebbe, però, dire che nessuna fonte di energia ricavata dalla crosta terrestre può essere considerata sostenibile, nel senso di “durevole”. E che se un gran numero di centrali fosse costruito per soddisfare la crescente domanda di elettricità, le riserve conosciute di minerale con alte concentrazioni di uranio (High-grade ores, con contenuto di uranio maggiore dello 0,1%) si esaurirebbero rapidamente, lasciando enormi riserve di minerale a bassa concentrazione (Low-grade ores con meno dello 0,1% di uranio), per la maggior parte delle quali occorrerebbe più energia per utilizzarle di quanto se ne ricaverebbe dai reattori.

‘A Munnezza: un libro per comprendere

  • PDF

C’è chi profetizza che, se va avanti così, l’uomo del ricco occidente avrà bisogno di almeno quattro pianeti per depositare i rifiuti che produce. Perché di rifiuti ne abbiamo tanti, ma talmente tanti … che non sappiamo più come smaltirli, dove metterli, che farne!!
Da Nord a Sud, da Est ad Ovest del mondo, tutti abbiamo lo stesso problema.
Persino nello spazio degli astronauti c’è immondizia! I famosi detriti spaziali, orbitanti assieme alle navicelle, agli Shuttle americani o alle Soyuz russe. Anche questo è un problema frutto della globalizzazione? I rifiuti sono anch’essi globalizzati?

Termovalorizzatore e discarica: Asti vuole tutto ?

  • PDF
ImageLa scorsa estate, l’onda lunga del proficuo lavoro formativo ed informativo sviluppato dai molti Comitati locali (nati per discutere le ipotesi di impianti a biomasse nell’astigiano), pareva avere delineato una situazione serena e scongiurato l’ipotesi che la nostra provincia potesse candidarsi ad ospitare quel termovalorizzatore “in pectore” (previsto, in comune, con tutte le province piemontesi, escluse Torino e Cuneo).

Campagna di massa per l'autoriduzione del 7 % della bolletta Enel

  • PDF
La Rete nazionale “Rifiuti zero” ha messo a punto gli ultimi passaggi tecnico/giuridici per avviare una vertenza nazionale di richiesta di rimborsi dei sussidi “regalati” ad inceneritori e petrolieri e derivanti dai CIP 6 e dai “certificati verdi”.

Medici per l'Ambiente critica Veronesi per gli inceneritori

  • PDF

L'Associazione Medici per l'Ambiente - ISDE Italia, che annovera tra i suoi membri anche alcuni tra i principali epidemioliogi italiani, non ritiene scientificamente valida l'affermazione dell'assenza di rischi legati alla presenza di inceneritori, così come rilasciata dal Prof. Veronesi nel corso della trasmissione televisiva del 20 gennaio u.s.

Biomasse: revoca anche per l'impianto di Castagnole Lanze

  • PDF

Martedì 29 gennaio 2008, il Consiglio comunale di Castagnole Lanze ha approvato all'unanimità la revoca della delibera del 27 febbraio 2007, con la quale si adottava una convenzione (peraltro mai firmata) tra il Comune di Castagnole e la Silvateam S.p.A. per la costruzione e l'esercizio di una centrale a biomassa.

La Regione disse: non correte in Tangenziale '

  • PDF

ImageDunque è ufficiale: la recente audizione del Comitato Tangenziale Sud/Ovest di Asti al cospetto del Consiglio della Regione Piemonte, ha consentito di mettere un punto fermo alla sequela di dichiarazioni ed imbarazzi sullo stato dell’arte dell’opera pubblica.

Nulla risulta, tra i “cassetti” dell’amministrazione regionale, di quel progetto che i vertici della società “Asti-Cuneo” dichiarano, da tempo, di avere presentato.

 

Al via l'edizione 2008 di M'illumino di meno

  • PDF

Al via l'edizione 2008 di M’illumino di meno

Monnezza di Napoli e rifiuti tossici del Nord

  • PDF

Continuano le polemiche attorno all'opportunità di "importare" nelle discariche di casa nostra una parte per ogni Regione italiana dei rifiuti ammonticchiati lungo le strade campane. Molte aree del Nord si oppongono all'idea solidale, ma qualcuno sostiene che tra i molti rifiuti presenti nelle discariche della Campania (legali e non ...) giacciono pericolosi residui tossico-nocivi delle industrie del Veneto, Piemonte, Lombardia ...

 

Cip 6: 91 milioni di euro di frodi accertate

  • PDF

Non tutti sanno, forse, che i Cip 6 sono incentivi che lo Stato eroga ai costruttori di impianti destinati alla produzione di energia da fonti rinnovabili, assimilate e da cogenerazione.

Come fonti rinnovabili, secondo il Cip 6, sono considerati gli impianti alimentati da fonti che utilizzano il sole, il vento, l’acqua, le risorse geotermiche, le maree, il moto ondoso e la trasformazione dei rifiuti organici e inorganici o di biomasse.

Un nuovo Ecomostro minaccia Calliano ?

  • PDF

Un nuovo Ecomostro minaccia Calliano ?

Petizione sui trasporti nucleari in Piemonte

  • PDF

Come certamente già saprete, nelle ultime settimane dello scorso Dicembre sono iniziati i trasporti verso la Francia del combustibile nucleare ancora presente nella Centrale di Caorso. L’operazione ha lo scopo di sottoporre il materiale nucleare al cosiddetto "riprocessamento": sostanzialmente significa scioglierlo, separare uranio e plutonio e, quindi, rispedire nel nostro paese tutti gli altri rifiuti radioattivi contenuti.

Un anno di gran lavoro per gli Ambientalisti astigiani ...

  • PDF
di Alessandro Mortarino
ImageImpianti a biomasse, termovalorizzatori, discariche, nuove tangenziali, impianti di bitumaggio …
Il “solito modo” di concepire lo sviluppo, ha fortemente contrassegnato per tutto il 2007 il panorama dell’intera provincia di Asti, disseminando pericoli e (fortunatamente) scatenando la concreta reazione delle comunità locali. Con alcuni risultati registrati e molte questioni aperte, che saranno oggetto di un presumibile nuovo impegnativo e vigile anno a venire.

Tangenziale Sud-Ovest: opinioni di un geologo

  • PDF
di Dott. Geol. Duccio Ivo Platone

Mi permetto - in qualità di cittadino attento, informato e (perché no ?) anche ecosensibile, piuttosto che da tecnico - di fare alcune riflessioni riguardo al progetto della Tangenziale Sud–Ovest, abbreviato ormai comunemente con la sigla TSO.
Ma cui prodest la TSO?