Font Size

Cpanel
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttiva

    Questo sito usa i cookies per gestire autenticazioni, navigazione, e altre funzioni, compreso l'inserimento dei commenti. Accettando consentirai che questo tipo di cookies possano essere salvati sul tuo dispositivo.

    View e-Privacy Directive Documents

Ambiente e Territori

Piemonte a rischio idrogeologico: il 93% dei Comuni è in pericolo ma pochi Sindaci se ne preoccupano

  • PDF


A cura di Legambiente Piemonte e Valle d'Aosta.

Sono 1131 su 1206 i comuni piemontesi con aree a rischio frana o alluvione, pari al 93% del totale, con punte del 99,2% nelle province di Cuneo e Asti, più di 87 mila residenti in aree a pericolosità idraulica elevata e più di 220 mila in aree a pericolosità media. Questi i numeri che emergono da Ecosistema Rischio 2016, il dossier annuale di Legambiente che mette in luce quanto sia pesante l’urbanizzazione delle aree più fragili ed esposte a rischio. Il dossier ha l’importante obiettivo di scattare una fotografia sempre più aggiornata e dettagliata delle fragilità idrogeologiche del territorio italiano e di valutare le attività messe in opera dalle amministrazioni locali per la prevenzione e la mitigazione di tale rischio. Delle 301 amministrazioni comunali del Piemonte che hanno risposto all’indagine di Legambiente, soltanto il 22% ha dichiarato di svolgere attività di informazione sul rischio idrogeologico e appena il 35% di aver svolto esercitazioni per affrontare le emergenze ...

Contenimento o incentivazione del consumo di suolo ?

  • PDF


di Federico Sandrone, Forum nazionale Salviamo il Paesaggio.

Il 12/5/2016 è stato approvato in prima lettura alla Camera il disegno di legge rubricato “contenimento del consumo del suolo e riuso del suolo edificato” (A.C. 2039 Governo e abb.). L’attuale testo poco alla volta, per il tramite di specifici e mirati emendamenti approvati prima dalle Commissioni Riunite Ambiente ed Agricoltura della Camera e poi dall’Aula (su proposte dell’A.N.C.I.), è stato completamente svuotato delle disposizioni che realmente potevano contribuire a contenere il consumo di suolo ...

Il viale alberato di Montafia d’Asti ottiene il riconoscimento di Notevole Interesse Pubblico

  • PDF


di Angelo Porta, presidente del circolo Valtriversa di Legambiente.

Nel pomeriggio del 19 novembre 2013 le motoseghe hanno iniziato ad abbattere i tigli del Viale della Rimembranza che dalla frazione Zolfo di Montafia porta fino al centro del paese ma, per la prima volta nella storia della provincia di Asti, sono state fermate dagli abitanti di Montafia e dei paesi limitrofi ...

Occorre una revisione del servizio dei trasporti piemontesi

  • PDF


A cura dell'Associazione Ferrovie Piemontesi-AFP.

Il presente comunicato ufficiale di Associazione Ferrovie Piemontesi nasce dopo la lettura del DUP varato dall’Agenzia della Mobilità Piemontese in materia di programmazione del settore trasporti pubblici nel corso del prossimo triennio. In esso non viene evidenziata una linea di continuità con l’operato e le intenzioni dell’Assessorato ai Trasporti regionale guidato dall’Assessore Balocco, cosi’ come recentemente ribadite tramite un comunicato e i mezzi di comunicazioni digitali. Associazione Ferrovie Piemontesi manifesta quindi una certa perplessità circa gli scarsi cenni fatti nel documento ai bacini sud est e nord-est e in particolare allo scarso riferimento alla rete ferroviaria inopinatamente sospesa dalla precedente amministrazione ...

Binari senza pace

  • PDF



Ci eravamo illusi che tutti gli "Attori" del Territorio avessero finalmente condiviso l'idea (o, meglio, la necessità) di remare in una unica direzione per riportare in vita la linea ferroviaria Alba-Asti e Alba-Nizza Monferrato, dopo infinite discussioni e incontri-scontri. Sembrava fatta, alla luce di quanto concordato a Castagnole Lanze tra Sindaci, Assessorato regionale ed associazioni, ma ecco ora rimontare una nuova polemica ...

Una Sindaca sotto processo per aver tutelato il suo territorio

  • PDF


di Fabio Balocco, Ambientalista e Avvocato.

Uno dei sogni di un ambientalista è che un terreno da edificabile ritorni agricolo. Ed i sogni talvolta si realizzano. Di rado, ma può capitare. Anzi, è capitato. Dove? A Lauriano Po, un piccolo comune del torinese adagiato fra la pianura del Po e le colline del basso Monferrato. Peccato che, a seguito dell’adozione del provvedimento, il sindaco oggi abbia un processo penale in corso. Mosso dalla curiosità e dalla singolarità del caso, di cui alcuni quotidiani hanno anche dato notizia, sono andato a trovare il sindaco di questo piccolo comune, Matilde Casa. Ne valeva la pena ...

Il riscaldamento globale cambia la geografia dei vigneti

  • PDF


di Alessandro Mortarino.

Un nuovo studio americano pubblicato su "Nature Climate Change" sta generando un ampio dibattito tra i produttori vitivinicoli di tutto il mondo. Il lavoro scientifico spiega analiticamente come il surriscaldamento provocato dall’uomo abbia già determinato l'anticipo medio della vendemmia di ben 2 settimane rispetto al 1980 e di come il cambiamento climatico minacci di stravolgere l'attuale geografia enoica, specie nelle zone a più alta vocazione. Con l'aumento delle temperature i vigneti rischiano di non resistere ed è, infatti, già in atto una profonda "migrazione". Che Altritasti aveva già raccontato nel febbraio 2008 ...

Quali sono i costi reali dell'uso di pesticidi?

  • PDF


Si è discusso molto sui possibili effetti per la salute dei pesticidi e se fossero l'unica soluzione in campo agricolo per migliorare la produttività, ma difficilmente si è parlato di quali siano i costi reali del loro utilizzo.
Una seria valutazione dei benefici netti offerti dai pesticidi è essenziale per affrontare il dibattito in corso sui loro benefici o sulle loro conseguenze negative. Se è vero che i pesticidi offrono numerosi vantaggi per uccidere i parassiti in agricoltura, tuttavia comportano anche diversi tipi di costi, compresi i costi interni dovuti all'acquisto per la loro applicazione, e vari altri costi come l'impatto dei trattamenti sulla salute umana e sull'ambiente ...

Legambiente invita i Sindaci piemontesi a non usare prodotti chimici

  • PDF


Nei giorni scorsi l'associazione ambientalista ha inviato a tutti i Sindaci dei Comuni della nostra Regione una precisa richiesta: abolire completamente l'utilizzo di prodotti chimici ad azione erbicida, fungicida, insetticida e acaricida e sostituirlo con il ricorso a mezzi meccanici, per lo sfalcio delle strade, e con l'utilizzo della lotta biologica e dei principi attivi permessi in agricoltura biologica, per difendere le piante da parassiti, patogeni e infestanti ...

Arriva la parola "fine" sulla vicenda dell'impianto a biomasse di Castagnole Lanze

  • PDF


Ogni tanto una buona notizia non guasta ... Dovrebbe essere arrivata alla conclusione la lunga querelle che contrapponeva l'amministrazione comunale di Castagnole delle Lanze e l'azienda cuneese Silvateam SpA in merito ad un grande impianto a biomasse proposto nel 2007 nella zona di valle Tanaro. Nei giorni scorsi le due parti hanno convenuto un accordo attraverso il quale entrambe dichiarano di non voler adire a qualunque azione giudiziaria, l'azienda rinuncia alle aree assegnatele, sulle quali intendeva realizzare la centrale (già bocciata dalla Provincia di Asti) e il Comune si impegna a restituire la caparra versata a suo tempo dall'azienda ...

Se la Guidi rilancia il referendum contro le trivelle

  • PDF


di Tomaso Montanari.

Alle ottime ragioni per votare sì al referendum del 17 aprile contro le trivelle se ne aggiunge ora una macroscopica: la ministra Guidi, e il suo cortocircuito tra interessi privati e funzione pubblica. All''origine del referendum c'è lo Sblocca Italia, la legge Renzi-Lupi che riporta agli anni sessanta le lancette di un'insostenibile economia mangia-territorio. Si era già dimostrato che la parte dello Sblocca Italia sulle autostrade era stata scritta sotto dettatura della lobby delle Grandi Opere. Ora la conversazione tra la Guidi e il suo compagno dimostra che si tratta di una prassi diffusa: un ministro della Repubblica informa in tempo reale, tramite il suo compagno, una grande compagnia petrolifera straniera che la leggina ad petroleum sarà approvata, facendo sapere che è d'accordo anche Maria Elena Boschi (che di conflitti di interesse è ormai un'esperta) ...

Un appello al mondo ecclesiastico astigiano

  • PDF


di Silvana Bellone.

Rev. sacerdoti, religiose/i,
nell'enciclica “Laudato si” Papa Francesco parla del clima come bene comune e del preoccupante riscaldamento del sistema climatico, che viene potenziato specialmente dal modello di sviluppo basato sull'uso intensivo di combustibili fossili, che sta al centro del sistema energetico mondiale (pag.23).
Ebbene il referendum del 17 aprile è un mezzo a nostra disposizione per lasciare i fossili sotto terra fermando le concessioni ai giacimenti di trivelle già in atto in Italia ...

Cittadini e associazioni chiedono una vera legge per fermare il consumo di suolo

  • PDF


La Rete delle oltre 1.000 organizzazioni che hanno dato vita al Forum nazionale “Salviamo il Paesaggio” chiede che si approvi rapidamente una legge efficace per arrestare il consumo del suolo e propone di migliorare il testo del Disegno di Legge in procinto di passare all’esame dell’Aula alla Camera dei Deputati.
Un gruppo di lavoro multidisciplinare del Forum ha curato la stesura di una proposta di ridefinizione del Disegno di legge AC. 2039 condividendone l’elaborazione con cittadini, comitati, associazioni e organizzazioni professionali di tutto il territorio nazionale, che rappresentano gran parte della società e dell’opinione pubblica nazionale ...

La Regione smetta di privilegiare i cacciatori e metta invece al centro la tutela della fauna

  • PDF


A cura di Legambiente Piemonte e Valle d'Aosta.

E’ in discussione in questi giorni in Consiglio Regionale il disegno di legge per la “Tutela della fauna e gestione faunistico - venatoria” su cui Legambiente ha deciso di presentare le proprie osservazioni durante l'audizione presso il Consiglio Regionale del Piemonte. “A nostro avviso il disegno di legge è troppo generico. Non indica ad esempio né le specie cacciabili, né il periodo dell'attività venatoria, lasciando spazio ad interpretazioni e successivi regolamenti - dichiara il presidente di Legambiente Piemonte e Valle d’Aosta Fabio Dovana -. La legge si pone correttamente come obiettivo principale il dettare "norme per la tutela, la conservazione e la gestione del patrimonio faunistico ambientale" e, solo in seconda battuta, la "disciplina dell'attività venatoria", ciò viene però disatteso nell’articolato in cui non si trova traccia di misure concrete per la tutela e conservazione, mentre viene ampiamente trattato il tema dell'attività venatoria” ...

Confindustria Asti contro il decreto "salvasuoli"

  • PDF


di Alessandro Mortarino.

Anche ad Asti si è tenuto un dibattito pubblico sull'ormai famoso DDL AC2039 sul "contenimento del consumo di suolo e riuso del suolo edificato", attualmente in discussione parlamentare. Lo ha organizzato l'Unione Industriali locale ospitando le voci critiche di imprenditori ed esperti, contrapponendole alla sola "difesa d'ufficio" dell'onorevole astigiano Massimo Fiorio, co-Relatore del disegno normativo ...

Altri articoli...