Font Size

Cpanel
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttiva

    Questo sito usa i cookies per gestire autenticazioni, navigazione, e altre funzioni, compreso l'inserimento dei commenti. Accettando consentirai che questo tipo di cookies possano essere salvati sul tuo dispositivo.

    View e-Privacy Directive Documents

Ambiente e Territori

Cemento a ... terra

  • PDF


di Alessandro Mortarino.


Nel 2014, dopo nove anni di crisi, il comparto nazionale del cemento è sceso sotto la quota dei 20 milioni di tonnellate consumate: siamo allo stesso livello dell'anno di grazia 1961, quando si affacciava il grande boom economico. Dovrebbe essere l'ennesimo chiaro segnale di una situazione ormai radicata, che indica come anche nel nostro paese la crisi abbia (finalmente) messo a nudo l'enorme presenza di uno stock edilizio invenduto. E dovrebbe suggerire un repentino cambio di rotta che traghetti il settore dalle nuove costruzioni al recupero dell'esistente. Invece così non è, come dimostra la recente grave presa di posizione della Confindustria di Cuneo ...

Piemonte, le ecomafie non conoscono crisi

  • PDF


A cura di Legambiente Piemonte e Valle d'Aosta.


Il 2014 riporta un bilancio davvero pesante per i crimini contro l’ambiente: 29.293 reati accertati in Italia, circa 80 al giorno, poco meno di 4 ogni ora, per un fatturato criminale che è cresciuto di 7 miliardi di euro rispetto all’anno precedente ed è tornato ai livelli pre-crisi, raggiungendo la ragguardevole cifra di 22 miliardi. Numeri e storie di corrotti, clan e inquinatori, illustrate a Roma da Legambiente per la presentazione del rapporto Ecomafia 2015 ...

San Damiano: capannoni vuoti o no ?

  • PDF


Gino Scarsi, nel suo intervento al recente incontro di Asti dedicato alla nuova legge regionale per la protezione del suolo agricolo, aveva citato la situazione edilizia di San Damiano come esempio critico della realtà odierna. Il Sindaco di San Damiano, sulle colonne de La Stampa, aveva immediatamente risposto definendo sbagliate le sue citazioni: «è un’affermazione assolutamente priva di fondamento. In primis, non ho mai sentito nè parlato di una nuova area industriale. Inoltre, in quella esistente, ci sono 19 lotti, di cui 15 con aziende attive e tre in attesa di edificare». Ospitiamo volentieri questa replica di Gino Scarsi ...

In Piemonte una legge per proteggere il suolo agricolo

  • PDF


di Alessandro Mortarino.


Nella mia personale agenda delle date e dei luoghi importanti che segnano il percorso verso l'agognato risultato dell'arresto del consumo di suolo in Italia, ho aggiunto "Asti, 25 giugno 2015". Prima avevo segnato il giorno della nascita del Movimento nazionale Stop al Consumo di Territorio (24 gennaio 2009), la sua prima uscita pubblica (Asti, 7 febbraio 2009), l'avvio della campagna "Sì al fotovoltaico, ma non su terreni liberi" (Ovunque, 6 maggio 2010), la fondazione del Forum nazionale Salviamo il Paesaggio (29 ottobre 2011). Cosa è accaduto ad Asti il 25 giugno 2015 ? ...

Non è petrolio

  • PDF


di Alessandro Mortarino.


L'Italia è l'ultimo Paese in Europa per investimenti in Cultura. Eppure 50 dei 1007 siti inseriti nella lista dei Patrimoni dell'Umanità dall'Unesco si trovano in Italia, primo paese di questo elenco della bellezza e dell'eccellenza davanti a Cina e Spagna. Siamo seduti su un giacimento, ma siamo purtroppo anche convinti che la cultura produca valore per il solo fatto di esistere, seguendo la logica della rendita di posizione. Invece dovremmo essere capaci di inserirla in contesti vivi e pulsanti. Dovremmo viverla e progettarla, pianificarla in modo equilibrato per trasformarla (anche) in risorsa economica ...

Proposte urgenti in materia di tutela e controllo ambientale

  • PDF


A cura delle Associazioni aderenti all'Agenda Ambientalista.


Le scriventi Associazioni, unite nel Tavolo di coordinamento che ha elaborato l’Agenda ambientalista, portano alla Loro attenzione e a quella dei soggetti istituzionali maggiormente coinvolti, la grave situazione determinatasi, su diverse materie ambientali, con la legge 56/2014 relativa al passaggio di funzioni dalle Province ad enti diversi, nonché con altre normative correlate. La situazione rappresenta un grave vulnus a contesti importantissimi di tutela ambientale quali la vigilanza, la gestione e conservazione del territorio naturale, la cura della fauna selvatica e altro ancora, e richiede interventi urgenti che pongano un rimedio straordinario in attesa di un compiuto ed efficace riordino delle competenze ...

Un buon esempio vale più di tante parole ...

  • PDF


di Maurizio Bongioanni.


Può un Comune di diecimila abitanti, con i vincoli imposti agli enti locali, produrre in proprio energia pulita, raggiungendo la piena autonomia energetica e anzi, guadagnando? Per Montechiarugolo, Comune di 10mila abitanti in provincia di Parma, dove il saldo energetico è positivo, la risposta è sì. Qui non solo si coprono interamente i consumi locali ma l'eccesso viene venduto così da far entrare nelle casse comunali quasi un milione di euro l'anno. Tale “rivoluzione verde” è opera di Maurizio Olivieri, assessore comunale all'ambiente dal 2009 al 2014, che ha dimostrato come possa un Comune guadagnare senza dipendere dai pozzi di petrolio ...

Intervista a Latouche: solo l'agricoltura biologica può nutrire il Pianeta

  • PDF


di Laura Bernardi Locatelli.


La decrescita è una delle strade che portano se non alla pace sociale, alla fine della guerra, che si gioca sempre più sul piano finanziario ed economico. Serge Latouche, economista-filosofo teorico della decrescita e predicatore dell' "abbondanza frugale" ha portato al Bergamo Festival il 12 maggio, la sua visione per "Fare la pace", anche attraverso l'economia. «Il libero scambio è come la libera volpe nel libero pollaio. Ora la volpe è cinese e il pollaio europeo» ha sostenuto senza mezzi termini. E, in pieno semestre dell' Esposizione, dal palco di Bergamo ha sottolineato: «L'Expo è la vittoria delle multinazionali, non certo dei produttori» ...

Scoprire e raccontare. A spasso con il fiume

  • PDF


Un cammino lungo 280 chilometri lungo le rive e gli argini del fiume più lungo d’Italia, su un territorio straordinario, ora patrimonio dell’Unesco. Due settimane d’incontri, relazioni, incanto: da Ormea a Bassignana, dalle Alpi liguri alle Langhe e al Monferrato, fino a confondere le sue acque con quelle del Po. Un percorso autogestito, quello di AmarTanaro (4/19 luglio), per far crescere il turismo diverso, la mobilità dolce, la riscoperta un tesoro incredibile ...

Ecco come si triplicano i ciclisti

  • PDF


di Alessandro Micozzi.


Una buona mobilità ciclistica non si realizza dall’oggi al domani, ma è frutto di mesi – o addirittura anni – di sperimentazioni, fatte di vari step per far sì che le nuove norme siano comprese e accettate dalla cittadinanza. Anche per questo il monitoraggio periodico dei risultati ottenuti è fondamentale per capire se le strategie attuate sono state quelle giuste oppure è il caso di correggere il tiro ...

Un'onda verde, dal basso

  • PDF


di Padre Alex Zanotelli.

Il mondo deve prendere atto che il Vertice sul clima di Parigi del prossimo dicembre (COP21), potrebbe essere l’ultima vera opportunità  per giungere a un accordo che mantenga il riscaldamento globale di origine antropica al di sotto dei 2 gradi centigradi, a fronte di una traiettoria attuale che porterebbe a un aumento devastante di 4 o più gradi centigradi”. E’ questo il chiaro pronunciamento della Pontificia Accademia delle Scienze a conclusione di un seminario sul tema: ”Proteggere la Terra, mobilitare l’umanità”, tenutosi in Vaticano il 28 aprile scorso alla presenza del segretario generale dell’ONU, Ban Ki moon. Gli scienziati dell’Accademia affermano categoricamente che “il cambiamento climatico di origine antropica è una realtà scientifica e la sua decisiva mitigazione è un imperativo morale e religioso” ...

Un rally significa promozione del territorio?

  • PDF


Lettera aperta ai Sindaci del chierese/astigiano/torinese, a cura dell’Associazione "Attorno alla roverda" di Casalborgone.


Gentile Sindaco, come tutti gli anni, le nostre colline saranno investite da un rally automobilistico e per un po’ di giorni si sentiranno frastuoni, accelerazioni, frenate, rombi, fracassi, fragori della gara. Ci rendiamo conto che, in un momento di bassa congiuntura economica come questo, una gara sportiva che, forse, nel suo piccolo porta qualche soldo alle attività commerciali dei Paesi che incrocia, ad alta velocità, può sembrare imperdibile. Ma allora vorremmo capire dov’e' la coerenza delle politiche pubbliche relative alla valorizzazione del territorio. Certe scelte appaiono contrastanti e contraddittorie ...

La legge sugli Ecoreati non va criticata ...

  • PDF


Gianni Dapavo, presidente del circolo Gaia di Legambiente Asti, ci invita a pubblicare un articolo a favore della legge sugli Ecoreati, facendolo seguire alla posizione critica che AltritAsti ha segnalato la scorsa settimana. Dapavo aggiunge: "visto che in Italia prima del 19 maggio non esistevano i reati ambientali, mi sembra perlomeno incomprensibile una posizione così critica. Tenendo anche conto che in Italia le leggi, tutte, vengono poco applicate, meglio impegnarsi per applicare la nuova legge che consumare risorse per trovare il cavillo negativo" ...

18 eventi in 9 giorni: in bicicletta da Venezia a Torino

  • PDF


Il 30 maggio si riparte con VENTO Bici Tour 2015: 18 eventi in 9 giorni di pedalata da VENezia a TOrino lungo il meraviglioso fiume Po, ripercorrendo il tracciato del progetto di dorsale cicloturistica VENTO. Un progetto elaborato dal Dipartimento di Architettura e Studi Urbani del Politecnico di Milano, oggi condiviso da oltre 150 soggetti istituzionali, più di 80 associazioni e quasi 5.000 cittadini. Il tema chiave della terza edizione del Tour è l’occupazione: un’infrastruttura ciclabile come VENTO potrebbe generare, attraverso un cicloturismo per tutti e sicuro, oltre 2.000 nuovi posti di lavoro con un investimento pubblico pari al costo di circa 3 km di autostrada ...

Dopo vent'anni la legge sugli Ecoreati. Una vittoria al ribasso, in pieno stile Italia

  • PDF


di Marica Di Pierri, Giornalista, attivista di A Sud e presidente del CDCA - Centro di Documentazione sui Conflitti Ambientali.


Tanto tuonò che piovve. Dopo oltre venti anni di vana attesa e mesi di traversie parlamentari, la legge parlamentare sugli Ecoreati è stata definitivamente approvata dal Senato. Successivamente alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, il provvedimento entrerà in vigore tra le due settimane di "vacatio legis" previste per l'iter ordinario. La totale mancanza nel nostro ordinamento di strumenti penali per sanzionare le condotte delittuose relative alla contaminazione ambientale rende, in ogni caso, una novità positiva l'introduzione di reati ambientali nel codice penale. Ciononostante restano diversi i punti critici della normativa, piuttosto ammorbidita - rispetto alle potenzialità che vent'anni di gestazione potevano e avrebbero dovuto esprimere - dalle pressioni delle lobbies economiche e dei rispettivi protettorati politici ...

Altri articoli...