Font Size

Cpanel
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttiva

    Questo sito usa i cookies per gestire autenticazioni, navigazione, e altre funzioni, compreso l'inserimento dei commenti. Accettando consentirai che questo tipo di cookies possano essere salvati sul tuo dispositivo.

    View e-Privacy Directive Documents

Ambiente e Territori

Un treno contro l'inquinamento atmosferico

  • PDF


di Francesco Balocco, Assessore ai Trasporti, Infrastrutture e opere Pubbliche della Regione Piemonte.

A tutti, durante le festività natalizie, capita di sognare. Succede anche agli assessori ai trasporti. Ma quando i sogni incrociano realtà preoccupanti come l’”emergenza inquinamento”, allora è un segno che al risveglio occorre davvero fare qualcosa.
Il mio sogno è la creazione di un fondo statale per il potenziamento del trasporto pubblico locale di 500 milioni di euro annui. Un fondo con caratteristiche e vincoli propri e con una gestione autonoma e partecipata – magari coordinata in sede di Conferenza delle Regioni – con il coinvolgimento formale degli enti locali, delle associazioni dei consumatori, delle rappresentanze dei pendolari e dei lavoratori del settore, con il contributo tecnico delle università e di professionisti riconosciuti ...

Solo una spanna di terra tra noi e l'oblio

  • PDF


di Maria Barletta.

Un nuovo, inedito e scioccante rapporto del Parlamento Britannico descrive il degrado del suolo presentandolo come un problema serio anche per il Regno Unito. Geoffrey Lean, giornalista del Telegraph commenta affermando che solo una spanna di terriccio ci separa all'oblio, un rivestimento di fertilità normalmente profondo da sei a dieci pollici di profondità sovrastante le dure rocce dei continenti. In tutto il mondo, stiamo perdendo ogni anno l'incredibile cifra di 30 miliardi di tonnellate di esso, mentre un'area tre volte più grande della Svizzera diventa ogni anno irreversibilmente improduttiva ...

La lotta degli alberi contro l'inquinamento

  • PDF


di Alberto Colazilli, Paesaggista curatore di parchi e giardini e componente del Coordinamento Nazionale Alberi e Paesaggio Onlus.

Il costante aumento di polveri sottili nelle nostre città sta diventando un problema serio per la salubrità dell'aria con peggioramento delle condizioni di vita degli stessi cittadini. Si è costretti a vivere in situazioni veramente difficili, come se avessimo una pistola puntata alla tempia, perchè il rischio di malattie serie e mortali è sempre in agguato. E' stato studiato che una quotidiana esposizione all'aria inquinata può provocare tumori e malattie cardiovascolari come infarti, ictus e problemi di circolazione, seri problemi respiratori come asma e brochiti croniche, danni agli occhi con infiammazioni e irritazioni, con costi altissimi per la sanità e per i cittadini ...

Smog: dalla Regione Piemonte un silenzio vergognoso

  • PDF


A cura di Legambiente Piemonte e Valle d'Aosta.

L’emergenza smog attanaglia le nostre città e, complice il bel tempo, le polveri sottili stagnano condannando i cittadini a respirare massicce dosi di inquinanti. Da giorni infatti, i livelli di esposizione dei cittadini agli inquinanti nell’aria rimangono elevati e ancora ben oltre le soglie consentite dalla normativa. Situazione che difficilmente sarà risolta solo con gli interventi sporadici che le amministrazioni propongono in fase d’emergenza, tra targhe alterne, blocchi del traffico, mezzi pubblici gratis e nessuna politica concreta e lungimirante ...

I Pesticidi indeboliscono i polmoni dei bambini come il fumo passivo

  • PDF


Si è spesso detto che la campagna è il luogo ideale per crescere i figli. Lontano dall'inquinamento della città, si può godere di ampi spazi aperti e di un sano stile di vita, a contatto con la natura.
Ma un nuovo studio ha messo in guardia proprio i bambini che vivono vicino le aziende agricole e sono esposti a una comune classe di pesticidi. Affermano che la vicinanza a quei prodotti chimici agricoli causa nei bambini l'insorgenza di debolezza polmonare. Gli esperti affermano che è altrettanto dannoso quanto il fumo passivo ...

Cop21: l'accordo di Parigi non ci salverà dal Climate Change

  • PDF


di Marica Di Pierri, giornalista e attivista di "A Sud" e presidente del CDCA - Centro di Documentazione sui Conflitti Ambientali.

L'accordo globale per la lotta al Cambiamento Climatico siglato a Parigi non curerà la malattia del pianeta. Mentre media e capi di Stato parlano di "enorme successo" e del compimento di un passo decisivo contro il riscaldamento globale e il Big business - ossia le grandi imprese mondiali - saluta quello che definisce uno "storico accordo", scienziati e attivisti sono impegnati a denunciarne limiti di merito e di metodo ...

Abbiamo bisogno di costruttori di ponti e esploratori di frontiera!

  • PDF


di Mario Malandrone.

Il 12 dicembre è stato presentato ad Asti il libro “Costruttore di ponti” che racconta la storia di Alex Langer, viaggiatore leggero, politico generoso e dai molteplici impegni, precursore, profeta.
A ripercorrere il viaggio nella vita di Alex attraverso il libro di Marco Boato (suo amico e compagno di viaggio politico) si incontrano facce, volti, delusioni, speranze.
Il libro su Alex è un viaggio attraverso un cammino di formazione di una delle più belle anime che hanno abitato la politica italiana ...

Il clima cambia davvero, ad esempio in Perù ...

  • PDF


Cari amici, vi scrivo una lettera in copia a molti, è una cosa che non pensavo di fare mai, però questa volta si tratta di un'emergenza:l'emergenza "el Nino". Come credo tutti sappiate, questo è l'anno della corrente de ”el Nino”. Non conosco benissimo la situazione climatica italiana, però qui ha fatto davvero un inverno lampo con pochissimi giorni di freddo ...

25 cose da fare subito per il clima

  • PDF


di Alberto Castagnola, Economista, da sempre attento ai temi ambientali e "obiettore di crescita".

Nelle ultime settimane il governo italiano dovrebbe aver messo a punto il documento che la Cop21 ha chiesto di inviare prima dell’inizio del vertice di Parigi. Il testo non è a nostra conoscenza e quindi quanto segue è solo esercizio forse potrebbe rivelarsi utile per capire cosa succederà a Parigi e cosa si dovrà fare come movimenti subito dopo.
Non pensiamo quindi sia possibile indovinare cosa intendono fare il governo e le forze politiche in vista di una scadenza così importante, specie dopo i completi fallimenti dei venti incontri internazionali precedenti, però abbiamo ritenuto opportuno formulare degli obiettivi molto concreti e che lascino poco spazio a tentativi di interpretazione o di distorsione da parte di gruppi di interesse economico ...

Avere ancora dubbi è proprio difficile

  • PDF


di Alberto Castagnola.

A distanza di pochi giorni dall’inizio del vertice internazionale sul clima, il Cop 21 di Parigi, sono apparse due pubblicazioni la cui lettura è essenziale per capire la gravità dei meccanismi che influiscono sul clima dell’intero pianeta e per sottolineare l’urgenza di interventi realmente diretti a ridurre le emissioni di Co2 ...

Il clima (e non solo) a Parigi

  • PDF


di Guido Viale.

Il mondo arriva decisamente impreparato al prossimo vertice di Parigi. Se i ripetuti allarmi di tanti scienziati, e non solo di quelli IPCC (Intergovernmental Panel for Climate Change), ha fatto breccia sulla parte più avvertita, ma non certo sulla maggioranza, dell’opinione pubblica, inconsapevolezza e irresponsabilità dominano a livello planetario l’establishment politico. Il quale è stato sì edotto del problema e non può più far finta di ignorarlo (anche se al suo interno le lobby negazioniste continuano a esercitare una massiccia influenza); ma continua per lo più a trattare i cambiamenti climatici, che sono già in corso, come tutti possono constatare, e non riguardano solo un remoto futuro, come una “grana” di cui ci si deve occupare quando viene messo all’ordine del giorno, e che richiede tutt’al più qualche misura e qualche investimento ad hoc; non un cambiamento radicale, e in tempi brevi, di tutto l’assetto non solo economico produttivo ma anche sociale ...

Outdoor in Monferrato e Langhe con Pachamama Italia

  • PDF


di Stefano Caneva.

Per Diario di Viaggio #11, weLand ha incontrato Davide Bologna, ideatore e presidente di Pachamama Italia, l’associazione che da 13 anni ha fatto dell’outdoor in Monferrato e Langhe la chiave per una esperienza “totale” del nostro territorio. Dalla canoa al bird watching, dalla sopravvivenza al buon cibo, dal turismo alla formazione professionale, Pachamama ha sviluppato un metodo di lavoro fondato su tre ingredienti: esperienza, incontro, divertimento. E l’associazione si prepara ora a nuove sfide ...

Una legge per tutelare realmente il territorio

  • PDF


Gino Scarsi commenta l'incredibile posizione di Confindustria Cuneo e dell'Associazione dei Piccoli Comuni contro il DDL a tutela del suolo agricolo.

E’ preoccupante che i piccoli comuni facciano fronte comune (scusate il gioco di parole ...) con la Confindustria; è pur vero che il settore industriale sovente detta legge, ma in questo caso gli industriali sbagliano dimostrando una totale ignoranza e incomprensione verso la risorsa non rinnovabile chiamata suolo. Forse vivono su di un altro pianeta se ancora non si sono accorti che la cementificazione ha mangiato mezza Italia, che puntualmente si va a mollo e si muore, che il suolo trattiene la CO2 e consumarlo riscalda il pianeta (in quattro anni è come se avessimo messo in circolazione quattro milioni di nuove auto), che dagli anni ’70 la superficie agricola è diminuita del 28 %, come se avessimo cancellato con un solo colpo di spugna Lombardia, Liguria ed Emilia Romagna ...

Il suolo, bene comune

  • PDF


Messaggio dei Vescovi italiani (Commissione episcopale per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace) per la 65ª Giornata Nazionale del Ringraziamento: 8 novembre 2015.

Celebriamo questa Giornata del Ringraziamento a pochi mesi dalla pubblicazione dell’Enciclica Laudato si’ di papa Francesco (LS), che invita tutti gli uomini che abitano la terra alla “cura della casa comune”. Già Papa Benedetto XVI ci ricordava che “ciò implica l’impegno di decidere assieme … con l’obiettivo di rafforzare quell’alleanza tra essere umano e ambiente che deve essere specchio dell’amore creatore di Dio, dal quale proveniamo e verso il quale siamo in cammino” (1) ...

Una richiesta agli organizzatori del Trail del Moscato

  • PDF


Domenica 27 settembre si è sviluppata tra le colline di Santo Stefano Belbo, Castiglione Tinella e Cossano Belbo l'edizione 2015 del partecipato Trail del Moscato, riuscita giornata di runners e di sport nella natura che ha visto la partecipazione di oltre 1.500 persone. E' un modo di "gustare" il territorio che apprezziamo, ma che ha trattenuto con sè un piccolo "neo". Ci è infatti capitato di camminare tra quelle colline nelle domeniche successive e di imbatterci in innumerevoli bicchieri di plastica "lasciati" dai runners e in migliaia di frecce e di bande segnaletiche (non biodegradabili) lungo tutto il tracciato di 52 chilometri ...

Altri articoli...