Font Size

Cpanel
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttiva

    Questo sito usa i cookies per gestire autenticazioni, navigazione, e altre funzioni, compreso l'inserimento dei commenti. Accettando consentirai che questo tipo di cookies possano essere salvati sul tuo dispositivo.

    View e-Privacy Directive Documents

5 città car free nel mondo: vivere senza auto è possibile PDF Stampa E-mail
Sabato 03 Dicembre 2016 22:43


di Evelyn Baleani.

Come sarebbe vivere in una città “car free“? I vantaggi sarebbero molti: dalla qualità dell’aria al piacere di muoversi a piedi o in bici, senza correre alcun rischio. Disseminati per il mondo, esistono già diversi luoghi in cui le automobili sono state messe del tutto o quasi completamente al bando. Scopriamone alcuni ...

In Europa
Partiamo dal nostro Paese, con Chamois, località della Val d’Aosta, situata a 1815 metri d’altitudine, nella media valle del Cervino. Il Comune, uno tra i più alti d’Italia, è raggiungibile esclusivamente attraverso una funivia con partenza da Buisson, frazione di Antey-Saint-André, seguendo una mulattiera dal fondovalle o percorrendo a piedi o in bici il sentiero che inizia da La Magdeleine. Questo paesino, che conta poco più di 100 abitanti, ha fatto dell’assenza di auto il suo punto di forza per eccellenza, mantenendo così intatte le caratteristiche di borgo alpino, costellato da case in legno e pietra e deliziose stradine, che gli hanno valso il titolo di “Perla delle Alpi”.

Restiamo in montagna, spostandoci nella Svizzera tedesca: per la precisione a Wengen, altra località fieramente “car free“. Dal lontano 1893, questo piccolo paradiso che sorge ai piedi della Jungfrau, a 1274 metri di altitudine, è accessibile solo con i trenini della Wengernalpbahn, suggestiva ferrovia che parte da Lauterbrunnen, dove è possibile parcheggiare le automobili.

Lasciando le Alpi, nel Vecchio Continente si possono citare diversi altri esempi di città o quartieri che hanno aderito alla filosofia del “vivere senza auto”. In Spagna, da oltre quindici anni, il Comune galiziano di Pontevedra ha acquisito a pieno titolo le caratteristiche di località pedonalizzata, in cui gli abitanti si sono letteralmente ripresi gli spazi occupati dalle vetture. Nella città, la circolazione delle automobili è permessa solo in una zona molto ristretta, con un limite massimo di velocità di 20-30 km/h e l’unico parcheggio esistente, gratuito, si trova in periferia, a dieci minuti a piedi dal centro storico.

Città senza auto
Per rendere ancor più fruibile l’esperienza “car free“, il Comune ha ideato due App per smartphone: “Metrominuto”, che calcola i tempi di percorrenza da un luogo all’altro della città, e “Pasominuto”, venti itinerari con numero di passi e calorie bruciate per percorrerli.

Tra gli esempi europei, vale la pena ricordare anche Vauban, quartiere ecologico ubicato nella periferia di Friburgo, in Germania. Qui, dal 2006 è possibile circolare esclusivamente a piedi o in bici. I possessori di auto devono lasciarle in due garage che si trovano alla periferia del quartiere. L’unico mezzo motorizzato è infatti un tram che porta al centro di Friburgo e che viene usato soprattutto dai pendolari per gli spostamenti di lavoro.

Una perla “green” oltreoceano
Sembrerebbe impossibile immaginarlo, ma esistono persino luoghi che hanno adottato uno stile di vita “car free” fin dal lontano diciannovesimo secolo. Stiamo parlando di Mackinac Island, nello Stato americano del Michigan. Nell’isola, con una popolazione di 500 abitanti circa, l’uso dei veicoli a motore è stato proibito dal 1898, per contrastare l’inquinamento acustico e per motivi ambientali. I cittadini si muovono a piedi, in bicicletta o con carrozze trainate dai cavalli. Gli unici veicoli ammessi sono quelli per le emergenze, come ambulanze e spazzaneve.

E in futuro? Le città pronte alla rivoluzione “car-free”

Se in piccoli e invidiabili paradisi come Mackinac Island il sogno di vivere senza auto è già realtà, sono varie le località in cui potrebbe diventarlo presto. È il caso di Amburgo, in Germania, dove l’amministrazione sta elaborando un piano per eliminare l’esigenza di muoversi in automobile nel giro di soli 20 anni. Il progetto si chiama Grünes Netz (Rete verde) ed è finalizzato a realizzare nuovi percorsi dedicati solo a bici e pedoni, collegandoli con quelli già esistenti.

Ancora più ambiziosi appaiono i piani di Helsinki e Oslo. La capitale della Finlandia, già nel 2025 potrebbe dire addio alle auto private, grazie al Kutsuplus, un sistema di mobilità intelligente basato sull’uso di applicazioni e sull’integrazione totale del trasporto pubblico, dei treni, dei traghetti e del bike sharing. L’obiettivo di Oslo è invece di vietare tutte le auto in centro città fin dal 2019, riducendo drasticamente i parcheggi e potenziando i trasporti pubblici e le piste ciclabili.

I numerosi esempi e progetti in corso dimostrano che l’obiettivo “città senza auto” non è una semplice utopia, ma può tramutarsi in realtà. Nuove tecnologie, buon senso da parte delle amministrazioni, investimenti indirizzati verso la mobilità sostenibile e un pizzico di creatività rappresentano gli ingredienti per obiettivi di successo, capaci di migliorare la qualità di vita, nel pieno rispetto della salute e dell’ambiente.

Non ci resta, perciò, altro che dire: “Più città car-free per tutti!

Tratto da: http://www.ehabitat.it/2016/11/16/5-citta-car-free-nel-mondo-vivere-senza-auto-e-possibile/
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna