Font Size

Cpanel
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttiva

    Questo sito usa i cookies per gestire autenticazioni, navigazione, e altre funzioni, compreso l'inserimento dei commenti. Accettando consentirai che questo tipo di cookies possano essere salvati sul tuo dispositivo.

    View e-Privacy Directive Documents

Risolto il problema dell'inquinamento del rio Trionzo a Canelli PDF Stampa E-mail
Sabato 15 Febbraio 2014 15:59


di Gian Carlo Scarrone, presidente dell'associazione Valle Belbo Pulita.


Una buona notizia, ogni tanto, non fa male. Lo scorso anno, a seguito di numerose segnalazioni di immissioni irregolari di acque reflue, di provenienza non accertata, nel rio Trionzo di Canelli, le autorità competenti territorialmente avevano elaborato un primo piano per individuare la provenienza dei reflui, mediante tecniche traccianti o con più sofisticati metodi di ispezione visiva ...

Nel corso dell’incontro svoltosi presso il Comune di Canelli, il giorno 2 ottobre 2013, al quale parteciparono il Sindaco, l’Assessore all’Ambiente ed i tecnici del Settore Ambiente del Comune, il Direttore dell’Ato 5 Astigiano, il Gestore del Depuratore di Canelli (Soc. Acque Potabili S.p.A.), il Gestore del Servizio Idrico Integrato (Acquedotto Valtiglione S.p.A.), l’A.R.P.A. di Asti, oltre che l'Associazione Valle Belbo Pulita, si prese atto delle numerose segnalazioni effettuate dai Vigili Urbani e dalla stessa Associazione, provvedendo quindi  anche ad effettuare un sopralluogo congiunto lungo il Rio Trionzo.

Il comunicato stampa che l'associazione Valle Belbo Pulita diramò il 7 ottobre dello scorso anno, portò a conoscenza di tutti gli iscritti, simpatizzanti e dell'intera cittadinanza della valle Belbo, che tutti i preposti Enti succitati avevano sinergicamente svolto il proprio compito, con esito positivo, trovando la provenienza di tali reflui e quindi costringendo i responsabili alla regolarizzazione della situazione in essere. Gli stessi Enti preposti vollero anche assicurarci una costante e puntuale presenza nella attività di controllo successive.

Per l’ambiente in generale, in particolare per l’acqua del rio Trionzo e del torrente Belbo, è un ulteriore passo avanti.
La nostra Associazione è lieta di aver contribuito, con la propria costante attenzione, alla soluzione di questo problema, attuando così quanto specificamente previsto dal nostro Statuto.
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna