Font Size

Cpanel
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttiva

    Questo sito usa i cookies per gestire autenticazioni, navigazione, e altre funzioni, compreso l'inserimento dei commenti. Accettando consentirai che questo tipo di cookies possano essere salvati sul tuo dispositivo.

    View e-Privacy Directive Documents

Città in (lenta) trasformazione

Gli auguri di Natale dell'ASL di Asti

  • PDF


di Alessandro Mortarino.

La vigilia di Natale un giovane portalettere ha suonato alla mia porta per recapitarmi una raccomandata con ricevuta di ritorno da parte dell'ASL di Asti a cui, la settimana prima, avevo inviato tramite posta elettronica certificata - a nome del Movimento Stop al Consumo di Territorio e del Forum Salviamo il Paesaggio - una richiesta di accesso ad atti che ritenevamo importanti da conoscere e da divulgare ...

Il teleriscaldamento ad Asti non si sostiene più

  • PDF


di Massimo Cerruti.

Nuovo anno, vecchio fardello. Dall'inizio dell'incubo 'Teleriscaldamento ad Asti' abbiamo già assistito a miseri ed inefficaci tentativi di "scaricabarile". Andando però al sodo, i principali responsabili del fatto che questo progetto (non efficiente, insostenibile e non voluto dalla stragrande maggioranza dei cittadini) stia ancora insensatamente ed illogicamente proseguendo sono (in ordine di responsabilità) ...

Sulla Metropolitana Leggera e la mobilità sostenibile

  • PDF


di Massimo Longo.

Venerdì 16 dicembre si è tenuto ad Asti, presso una sala del Municipio, l’incontro di studio “Metropolitana leggera e ferrovie: idee per una mobilità sostenibile ad Asti e nei territorio dell'Unesco”. Tale evento ha fatto seguito alla consultazione pubblica “Proposte per nuovi scenari di mobilità e sosta nella città di Asti” del mese di novembre indetta da ASP, che ha visto interpellati vari soggetti e associazioni, e i cui risultati sono pubblicati sul sito ASP. Tale consultazione ha suscitato non poche perplessità, sia nel merito che nel metodo, tra cui quella di sei associazioni che hanno inviato all’ASP medesima una lettera critica, nella quale si sottolineava tra l’altro l’assenza, nella consultazione pubblica, di riferimenti alla riattivazione delle linee ferroviarie ...

Un'altra narrazione

  • PDF


di Carlo Sottile.

Alcuni militanti del Coordinamento Asti Est, incluso chi scrive, insieme a dodici famiglie sfrattate senza alternativa abitativa, hanno “occupato” nel lontano 2010 l’edificio della ex mutua di via Orfanotrofio. L'idea di fare un uso sociale di un edificio di proprietà pubblica, vuoto da quattro anni, è stata realizzata, scontando denunce e processi (ancora aperti), al prezzo di un rapporto mai risolto con i direttori dell’Asl e con i sindaci della città. Un rapporto che questi ultimi hanno sempre tenuto sull’orlo di una drammatizzazione ...

Teleriscaldamento: partita finita, iniziano i supplementari...

  • PDF


di Alessandro Mortarino.

Giornata davvero campale, quella di giovedì 22 dicembre. Mentre nella gremita sala consiliare del municipio di Asti si sviluppava un acceso dibattito interno alle 4 commissioni congiunte convocate per per far approvare il cambio di destinazione urbanistica dei terreni dell'ospedale e consentire di accogliere gli impianti industriali proposti da AEC SpA, sul sito della Provincia di Asti compariva l'agognato verdetto. Che sanciva la conferma dei motivi ostativi al rilascio dell'autorizzazione, il respingimento della richiesta di proroga ulteriore, l'archiviazione del procedimento e l'avvio di un nuovo procedimento. Un "modo elegante" di esprimere un diniego definitivo e invitare AEC "a riprovarci" ...

L'amministrazione comunale di Asti rivede la democrazia

  • PDF


Sono passati pochi giorni dal responso delle urne che ha sancito la volontà degli italiani di rifiutare una riforma della Costituzione ritenuta troppo a rischio per la democrazia, eppure ad Asti questa "sete" di condivisione decisionale da parte dei cittadini non pare essere stata compresa, tanto che la Maggioranza ha lanciato, all'opposto, una proposta per ridurre il numero legale per ritenere valide le sedute del Consiglio comunale. E non è un bel segnale ...

Teleriscaldamento: la Politica senza ritegno

  • PDF


di Alessandro Mortarino.

Indignarsi non basta più. Mentre tutti siamo in attesa del responso finale della Provincia di Asti che, per oggettivi elementi ostativi, non potrà che essere di diniego definitivo ad ogni autorizzazione per il progetto di teleriscaldamento ubicato all'interno dell'ospedale Cardinal Massaia, a sorpresa l'amministrazione comunale di Asti convoca una seduta di ben quattro commissioni consiliari per giovedì 22 dicembre, alle ore 15,30 per far approvare il cambio di destinazione urbanistica dei terreni dell'ospedale e consentire di accogliere gli impianti industriali per il teleriscaldamento ...

Astimusica: per il Comune solo più gli oneri e nessun onore

  • PDF


di Anna Bosia e Clemente Elis Aceto, consiglieri comunali di Asti.

La rassegna musicale “Astimusica” che il Comune di Asti continua ad organizzare avvalendosi di ASP S.p.A., resta un momento culturale e di promozione per la nostra città molto apprezzato dai cittadini. La manifestazione merita senza dubbio di essere ulteriormente valorizzata e migliorata, anche con il contributo dei privati.
Tuttavia riscontriamo un problema gestionale che si va a mescolare al marasma generale della scarsa chiarezza e trasparenza che caratterizza i rapporti tra Comune e la partecipata ASP ...

In attesa delle decisioni della Provincia di Asti sul teleriscaldamento

  • PDF


di Alessandro Mortarino.

La prossima settimana dovrebbe (ma il condizionale è ancora d'obbligo ...) arrivare il responso da parte della Provincia di Asti sul discusso progetto dell'impianto di teleriscaldamento cittadino. Essendo scaduti i termini del procedimento e non avendo ottemperato AEC SpA alle richieste formulate dalla Provincia, sarebbe logico attenderci che il verdetto finale sancisca un diniego autorizzativo definitivo ma, nel frattempo, ci sono alcune novità che lasciano allibiti ...

L'ASL vuole vendere i terreni per favorire il teleriscaldamento? I cittadini pronti ad acquistarli per creare un giardino terapeutico ...

  • PDF


Siamo in attesa che la Provincia di Asti si  pronunci sulla perentoria nostra richiesta di chiudere definitivamente il procedimento per il motivato diniego dell'autorizzazione dell'impianto di trigenerazione proposto da AEC SpA all'interno dell'ospedale di Asti, essendo scaduti i termini formalizzati dalla Conferenza dei Servizi e accettati - e puntualmente disattesi - dall'azienda stessa. Nel frattempo, stupiti dalla dichiarazione "fuori tempo massimo" con cui l'ASL di Asti ha annunciato la propria disponibilità a cedere a titolo oneroso al Comune di Asti le aree su cui l'impianto andrebbe edificato, abbiamo nuovamente verificato l'interesse dei cittadini astigiani a farsi carico della tutela dell'area e inviato, quindi, una proposta progettuale alternativa all'ASL stessa e all'assessore regionale alla Sanità, Antonio Saitta. Ai quali è stata prospettata una formale richiesta di acquisto dell'area, a nome di un folto gruppo di cittadini astigiani e di alcune associazioni del volontariato locale ...

Le scadenze vanno rispettate, anche per il teleriscaldamento

  • PDF


di Alessandro Mortarino.

Novità "sorprendenti" si sono aggiunte questa settimana rispetto a quanto vi avevamo raccontato nella nostra cronaca precedente. Il 16 novembre, infatti, il Comune di Asti ha inviato alla Provincia un nuovo documento formale nel quale comunica la disponibilità dell'ASL di Asti e della Regione Piemonte a «concedere il terreno individuato come sede dell'impianto di trigenerazione finalizzato al servizio dell'ospedale e del servizio pubblico di teleriscaldamento della Città di Asti». Il 2 novembre, però, erano già scaduti i termini stabiliti dalla Provincia ...

Teleriscaldamento Asti: è ora di dire No

  • PDF


di Alessandro Mortarino.

Il procedimento per l'autorizzazione (o la negazione) del nulla osta per la costruzione e l’esercizio di un impianto di cogenerazione e di una rete di teleriscaldamento a servizio dell’ospedale Cardinal Massaia e della Città di Asti è arrivato al punto finale: lo scorso 2 novembre sono scaduti i termini concessi dalla Provincia ad AEC SpA senza che la società abbia adempiuto alle principali richieste dell'Ente. Dunque ora dovrebbe essere detta la parola finale e il preavviso di diniego emanato 180 giorni or sono si dovrebbe trasformare in un diniego definitivo. Ma AEC gioca una nuova carta e chiede una ennesima proroga per evitare "contenziosi a tutela dei diritti e interessi legittimi che la stessa società si riserva comunque di tutelare in caso di mancata concessione della proroga" ...

Proposte per nuovi scenari di mobilità e sosta nella città di Asti

  • PDF


Oltre 40 organizzazioni cittadine sono state audite sabato scorso durante la consultazione pubblica indetta dall'ASP sul tema che riportiamo nel nostro titolo; nei prossimi giorni sapremo quali primi indicatori sono emersi e le modalità che la nostra ex municipalizzata intenderà seguire per il prosieguo di una utile analisi collettiva. Legambiente, Osservatorio del Paesaggio per il Monferrato e l'Astigiano, Movimento Stop al Consumo di Territorio Astigiano, Associazione A Sinistra, Pro Natura Asti e Cittadinanzattiva onlus Asti hanno definito parziale il percorso avviato, in quanto non guidato direttamente dall'amministrazione comunale e privo di una visione globale come dimostra, ad esempio, la totale esclusione nel questionario proposto da ASP del ruolo delle ferrovie locali e di una possibile "metropolitana leggera" lungo i suoi binari ...

Mobilità: Asti ha bisogno di una vera pianificazione

  • PDF


di Alessandro Mortarino.

Sabato 12 novembre, nella sede del municipio di Asti, si terrà una consultazione pubblica per discutere dell'ampliamento della Zona a Traffico Limitato, di un nuovo parcheggio al suo servizio, dell'eventuale pedonalizzazione di piazza Alfieri e dell'uso di mezzi collettivi (bus, car sharing, taxibus, ecc.) in alternativa alle auto private. Parrebbe una buona iniziativa per coinvolgere cittadini, associazioni, forze economiche ed Enti in un percorso indirizzato a ridefinire le esigenze urbane di trasporto e mobilità, per una grande pianificazione del futuro della città. Ma a promuovere l'iniziativa non è l'amministrazione comunale, bensì l'ASP, la nostra ex municipalizzata, e segue il protocollo d’intesa recentemente firmato tra l'azienda e il Comune sul «Sistema parcheggi» ...

Prima “Giornata Europea delle Alberate” ad Asti

  • PDF



Lo scorso 20 ottobre ad Asti si è svolta la celebrazione - per la prima volta in Italia - della "Giornata Europea delle Alberate", organizzata dai Circoli Legambiente di Asti e provincia, insieme all’Osservatorio del Paesaggio per il Monferrato e l’Astigiano: si è trattato di un momento di studio nella spettacolare cantina dell’Ente Parchi Astigiano, presso il complesso del Michelerio ...

Altri articoli...