Font Size

Cpanel
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttiva

    Questo sito usa i cookies per gestire autenticazioni, navigazione, e altre funzioni, compreso l'inserimento dei commenti. Accettando consentirai che questo tipo di cookies possano essere salvati sul tuo dispositivo.

    View e-Privacy Directive Documents

Città in (lenta) trasformazione

Legambiente risponde ad Asti Calore e Energia SpA

  • PDF


di Angelo Porta (Presidente Circolo Legambiente Valtriversa) e Giancarlo Dapavo (Presidente Legambiente Gaia di Asti).

Apprendiamo dai giornali alcune affermazioni fatte dai vertici AEC nel corso della conferenza stampa tenutasi a porte chiuse venerdì 23 ottobre nella sede ASP di Asti. Avremmo gradito partecipare per poter rispondere puntualmente; questo non è stato possibile e quindi replichiamo, riservandoci una risposta piú approfondita sugli aspetti economici ...

Il 27 ottobre la prima Conferenza dei Servizi per il teleriscaldamento

  • PDF


L'iter procedurale per la Valutazione di Impatto Ambientale del progetto di teleriscaldamento di Asti prosegue il suo corso, nonostante le due richieste di annullamento presentate, da ormai più di 15 giorni, dal Movimento Stop al Consumo di Territorio e da Cittadinanzattiva/Tribunale per i Diritti del Malato. Dal sito della Provincia apprendiamo che la prima Conferenza dei Servizi è stata fissata per martedì 27 ottobre, alle ore 10, nella sala consiliare dell'Ente, in piazza Alfieri. La seduta è pubblica e chiunque potrà seguire (pur senza diritto di parola) ai lavori ...

TSO: vogliamo conoscere il progetto !

  • PDF


di Mario Malandrone.

La storia della TSO (Tangenziale Sud/Ovest di Asti), le lotte contro l'ecomostro, i dati che smontavano tale scempio hanno animato per anni la vita culturale e di tutela del territorio della nostra città. Ricordo bene questo impegno, ne ho fatto parte e conosco la posizione del comitato: siamo contro l'ecomostro inutile e, quando ci sarà un nuovo progetto, vogliamo esserne informati e discuterlo!
Sono sicuro che molti compagni di strada che oggi non son più tra noi esigerebbero di conoscere il nuovo progetto ...

Una richiesta all'assessore regionale alla Sanità e all'Asl di Asti

  • PDF


di Tiziana Valente, Tribunale per i Diritti del Malato (TDM) - Cittadinanzattiva ONLUS.

Vi proponiamo il testo di un documento che il Tribunale per i Diritti del Malato (TDM) - Cittadinanzattiva ONLUS ha inviato ad Antonio Saitta (Assessore alla Sanità della Regione Piemonte) e a Ida Grossi (Direttore Generale dell'ASL-AT) in merito al progetto di impianto di teleriscaldamento a servizio dell’ospedale e della città di Asti - Centrale di trigenerazione. Si tratta di una precisa richiesta: evitare di autorizzare l'uso dei terreni su cui si vorrebbe edificare la centrale ...

Tutte le criticità del progetto di teleriscaldamento

  • PDF



Ce n'è davvero per "tutti i gusti". I documenti di "osservazioni" presentati da Reti, Associazioni e privati cittadini alla Provincia di Asti analizzano a fondo il progetto presentato da Asti Energia e Calore SpA e ne mettono a nudo tutti gli aspetti negativi, suggerendo altre strade percorribili. Ecco i documenti integrali presentati in Provincia ...

Teleriscaldamento: centinaia di punti critici segnalati alla Provincia

  • PDF



Martedì 6 ottobre scadevano i termini per presentare alla Provincia di Asti documenti di "osservazioni" al progetto presentato da Asti Energia e Calore SpA per la realizzazione dell'impianto di teleriscaldamento all'interno dell'ospedale Cardinal Massaia e, puntualmente, il protocollo del'Ente è stato sollecitato dall'arrivo di diversi "faldoni" trasmessi da Reti, Associazioni, Comitati e singoli cittadini. Sono diverse centinaia le criticità evidenziate, che toccano minuziosamente ognuno dei punti dolenti del progetto, inquadrano contesti di riferimento, disegnano proposte alternative ...

Non campanilismo ma pari opportunità

  • PDF


A cura della Commissione Pari Opoortunità del Comune di Asti.

Anche i territori hanno il diritto di vedersi riconosciute pari opportunità. Per maggior precisione: i cittadini e le cittadine devono godere degli stessi diritti e delle stesse opportunità, a prescindere dal luogo in cui hanno la ventura di nascere o di vivere.
Questo vale in primis per la salute, per cui non è accettabile che lo stesso malore possa avere esiti mortali in un territorio ed essere curabile in un altro, meglio provvisto di servizi sanitari. Ma vale ugualmente per l'istruzione così come per altri servizi di pubblica utilità ...

Seconda richiesta di annullamento per l'iter del Teleriscaldamento

  • PDF


Dopo il deposito in Provincia e Comune di Asti, da parte del Movimento Stop al Consumo di Territorio Astigiano e del Forum Salviamo il Paesaggio, della richiesta di annullamento del procedimento di Valutazione di Impatto Ambientale per il progetto di realizzazione della rete di teleriscaldamento cittadino, oggi (1° ottobre) anche il Tribunale per i Diritti del Malato (TDM), rete di Cittadinanzattiva onlus, ha formalmente richiesto la risoluzione dell'iter suggerita da un altro grave difetto individuato ...

Teleriscaldamento: l'iter autorizzativo deve essere annullato

  • PDF


Questa mattina il Movimento Stop al Consumo di Territorio Astigiano e il Forum Salviamo il Paesaggio hanno presentato alla Provincia di Asti e al Comune di Asti una istanza per richiedere formalmente l'annullamento del procedimento di autorizzazione per la costruzione e l'esercizio dell'impianto di cogenerazione e della rete di teleriscaldamento a servizio dell'ospedale Cardinal Massaia e della città, ritenendolo viziato da un grave "vulnus" ...

Un appuntamento con molte incognite

  • PDF


di Carlo Sottile, Michele Clemente e Egle Piccinini per il Coordinamento Asti-Est.

E' parso evidente, con il trascorrere del tempo, che non c'è nessuno oggi nelle nostre istituzioni che caldeggi un epilogo drammaticamente repressivo delle quattro occupazioni in città (via Allende, via Orfanotrofio, strada Volta, salita al Fortino). Per la cinquantina delle famiglie che vi sono coinvolte, questo è un bene, anche se provvisorio, visto che altrove (Milano, Roma, Bologna) ci sono stati sgomberi, anche recenti, di palazzi occupati. D'altra parte basterebbe frequentare in questi giorni gli ingressi delle scuole primarie cittadine per rendersi conto che le famiglie “occupanti” vivono una quotidianità dignitosa e carica di futuro; e questa non può essere negata da un superficiale e brutale legalitarismo (solo in via Orfanorofio sono 10 i bambini che frequentano le primarie e 7 che frequentano la scuola materna) ...

Il Teleriscaldamento è strumento della società dei consumi

  • PDF


di Gianfranco Monaca.

Il Convegno sul Teleriscaldamento ospitato dall'ASTISS lunedì 14 settembre, avrebbe dovuto diradare le nebbie che mi pare restino dense sul progetto della centrale di trigenerazione che dovrebbe sorgere sul sito stesso dell'ospedale Massaia in questa Città. Come cittadino estraneo agli argomenti tecnici dibattuti, devo dire che non ci ho capito molto, salvo che i tanti personaggi a me noti come "uomini d'onore", che hanno preso la parola, hanno espresso pareri discordanti. Niente di male, perché il dubbio è sempre la condizione indispensabile per fare un passo avanti nella scoperta della verità. Se può interessare a qualcuno dei lettori, dico ciò che la tirannia del tempo a disposizione mi ha impedito di dire in sede di dibattito ...

Vorremmo azioni di buon senso

  • PDF


Lettera aperta di Tiziana Valente (Tribunale per i Diritti del Malato - Cittadinanzattiva) al Sindaco di Asti , all'Assessore alla Sanità della Regione Piemonte e al Direttore Generale dell'Asl di Asti.

Dal momento che si è progettato una centrale di teleriscaldamento per 500 condomini e per l'ospedale, senza che attualmente ci sia l'adesione dei condomini o dell'ospedale, né si sia presentata una indagine sui reali bisogni, il Tribunale per i Diritti del Malato - Cittadinanzattiva Asti chiede che al momento non sia data autorizzazione all'uso del terreno (proprietà dell'Asl AT) finché non si sia fatta chiarezza sulle reali necessità - in particolare per l'ospedale - ed eventualmente mettere "a punto azioni di buon senso perché i servizi che l'ospedale offre e che, ricordiamo, sono in gran parte di eccellenza, siano messi nelle condizioni di operare al meglio per la salute dei cittadini" ...

Ospedale e teleriscaldamento

  • PDF


di Paolo Montrucchio.

Ho assistito al convegno organizzato il 14 settembre scorso dal Comune di Asti per promuovere il progetto di produzione di energia elettrica e acqua calda per teleriscaldamento. Nel corso del convegno si sono alternate relazioni specifiche dei promotori del progetto, ovviamente favorevoli, e relazioni teoriche, non riferite specificamente al progetto astigiano, di tecnici di ENEA e ANTITRUST; sono anche intervenuti due Sindaci di città teleriscaldate che hanno illustrato le rispettive realizzazioni. Sono poi intervenute varie persone del pubblico che hanno fatto domande e prevalentemente espresso dubbi e critiche. A conclusione del convegno, il Sindaco di Asti ha dichiarato pubblicamente che la sua determinazione nel difendere il progetto si fonda sulla fiducia nei calcoli e valutazioni che i tecnici dell'azienda di produzione hanno elaborato circa la riduzione dell'inquinamento cittadino, e che, se invece non fosse così,  non avendoglielo ordinato il medico di attuare il progetto, lo annullerebbe ...  

L'importante è chiarirsi

  • PDF


di Alessandro Mortarino.

La scorsa settimana, nel raccontarvi le "indignazioni civiche" di agosto nei confronti di Asp e Comune di Asti, avevo accennato alla querelle nata tra Movimento 5 Stelle di Asti e Comitato Astigiano a favore delle Acque Pubbliche successiva alla presentazione delle cinque candidature promosse dal Comitato per il vacante membro del consiglio di amministrazione della ex municipalizzata di Asti. Vi avevo promesso che avrei spiegato i contorni di questa questione e mantengo ora l'impegno, anche per non lasciare in sospeso le dure parole con cui i 5 Stelle hanno tacciato il coordinatore del Comitato (ahimè, sono io ...) di lobbysmo lottizzante, poca trasparenza, prevaricazione. E che, invece, è il semplice frutto di un equivoco, i cui colpevoli sono sia gli uni e sia l'altro, in parti per lo meno paritarie ...

Indignarsi ad agosto (con Asp e Comune di Asti)

  • PDF


di Alessandro Mortarino.

Ormai ci abbiamo fatto il callo. L'esperienza ci ha insegnato che quando arriva agosto e i Movimenti, le Reti, i Comitati, AltritAsti e le molteplici associazioni di cittadinanza attiva decidono di andare in ferie, in qualche livello della pubblica amministrazione qualcuno, in punta di piedi, ne approfitta per (tentare di) far passare una legge, un regolamento, una innovazione che in altro periodo scatenerebbe ondate di proteste. Per questo abbiamo imparato a non andare davvero in ferie totali, ma tenendo sempre un occhio, un orecchio ben vigili. E anche questo agosto abbiamo fatto bene a non disarmare la sorveglianza, altrimenti ad Asti ci saremmo persi alcune "grandi manovre" giocate attorno alla sua ex municipalizzata, cioè l'azienda (pubblico-privata) più grande della provincia ...

Altri articoli...