Font Size

Cpanel
Messaggio
  • EU e-Privacy Direttiva

    Questo sito usa i cookies per gestire autenticazioni, navigazione, e altre funzioni, compreso l'inserimento dei commenti. Accettando consentirai che questo tipo di cookies possano essere salvati sul tuo dispositivo.

    View e-Privacy Directive Documents

Città in (lenta) trasformazione

Indignarsi ad agosto (con Asp e Comune di Asti)

  • PDF


di Alessandro Mortarino.

Ormai ci abbiamo fatto il callo. L'esperienza ci ha insegnato che quando arriva agosto e i Movimenti, le Reti, i Comitati, AltritAsti e le molteplici associazioni di cittadinanza attiva decidono di andare in ferie, in qualche livello della pubblica amministrazione qualcuno, in punta di piedi, ne approfitta per (tentare di) far passare una legge, un regolamento, una innovazione che in altro periodo scatenerebbe ondate di proteste. Per questo abbiamo imparato a non andare davvero in ferie totali, ma tenendo sempre un occhio, un orecchio ben vigili. E anche questo agosto abbiamo fatto bene a non disarmare la sorveglianza, altrimenti ad Asti ci saremmo persi alcune "grandi manovre" giocate attorno alla sua ex municipalizzata, cioè l'azienda (pubblico-privata) più grande della provincia ...

Cinque candidati "dal basso" per il C.d'A. dell'Asp

  • PDF


A cura del Comitato Astigiano a favore delle Acque Pubbliche.

Questa mattina la Rete delle 67 Organizzazioni che compongono il Comitato Astigiano a favore delle Acque Pubbliche ha consegnato all’ufficio Protocollo del Comune di Asti documentazioni e curricula necessari per avanzare formalmente la candidatura di cinque personalità astigiane al ruolo di componente del Consiglio di Amministrazione di ASP-Asti Servizi Pubblici SpA, come da apposito avviso comunale. Le cinque candidature coinvolgono personalità che per statura morale, esperienze professionali e competenze riteniamo posseggano i migliori requisiti per il ruolo indicato dall'avviso, così come per la vacante carica di Presidente dell’azienda stessa ...

Golia ha paura della fionda di Davide

  • PDF


di Anna Bosia, Uniti per Asti.

Con una serie di colpi bassi estivi il Sindaco di Asti ha dimostrato la sua concezione della politica e della democrazia: prima respingendo in Consiglio Comunale la pratica sul quorum per i referendum cittadini, poi rifiutando  il confronto pubblico con i promotori del comitato contro il teleriscaldamento ed infine sbattendo la porta in faccia a quei cittadini (circa mille, di cui 400 con firma autenticata) che hanno chiesto una consultazione popolare promossa del Sindaco stesso ...

Sulla scelta di evitare i referendum a quorum zero

  • PDF


di Tiziana Valente, Tribunale per i Diritti del Malato/Cittadinanzattiva ONLUS.

Siamo molto lontano evidentemente dal poter serenamente e proficuamente parlare di strategie di democrazia partecipata e la consultazione non è che uno strumento che, se anche usato, non testimonia un avvenuto cambio di rotta, di mentalità circa i criteri di rappresentanza dei cittadini perché questi "vengono coinvolti nella definizione o nella istruzione di una decisione che resta interamente nelle mani dell’amministrazione" (come dice Giovanni Moro in "Cittadini e pubblica amministrazione", in Formez, Innovazione amministrativa e crescita. Rapporto con raccomandazioni, volume IV - Cittadinanza amministrativa, Formez, Roma 2008) ...

Evviva. Abbasso ...

  • PDF


di Alessandro Mortarino.

L'amministrazione e il consiglio comunale di Asti approvano il nuovo piano commerciale cittadino, che prevede l'azzeramento di qualunque nuovo grande insediamento commerciale «L1» e «L2», cioè delle dimensioni di Agrivillage o Porta del Monferrato. «Evviva», gridano gli attivisti del Movimento Stop al Consumo di Territorio Astigiano, affannandosi a redigere rapidamente un comunicato stampa per rivolgere un plauso alle oculate scelte della politica astigiana. Ma la "politica", si sa, è un soggetto atipico, forse un animale simile all'araba fenice, e le sue regole hanno le sembianze di Penelope e della sua tela: ciò che si fa di giorno, si disfa la notte. O, forse, le strategie della politica sono troppo sottili per essere comprese dal popolo bue ? Un breve resoconto di una situazione capovolta in poche ore, in tre sole mosse ...

Niente referendum cittadino a quorum zero per Asti

  • PDF


Il Consiglio comunale di Asti ha dibattuto la richiesta di modifica del regolamento sull’Istituto della partecipazione popolare formulata attraverso una petizione sottoscritta da oltre 500 cittadini e avanzata da cinque consiglieri di minoranza. La modifica richiesta era quella di consentire referendum cittadini (nella circostanza specifica legato al progetto di teleriscaldamento urbano) senza alcun quorum, attualmente vincolato al voto di almeno la metà dei cittadini iscritti nelle liste elettorali del Comune. E la decisione della maggioranza del consiglio comunale, come si temeva, è stata negativa: nessuna modifica al regolamento, dunque niente quorum zero ...

Andar per parchi a parlar di Teleriscaldamento

  • PDF


di Alessandro Mortarino.


Nonostante la calura, il Comitato Spontaneo di cittadini nato ad Asti per mettere in luce gli aspetti critici insiti nel progetto di Teleriscaldamento continua la sua paziente opera di divulgazione di informazioni e approfondimenti tecnici. E lo fa in un modo singolare e coinvolgente: non in silenziose stanze carbonare ma nel cuore verde della città, all'aperto, di sera, a contatto e assieme a tutti i cittadini che vogliano esprimere un loro punto di vista, mettersi in gioco o semplicemente raccogliere notizie e dati indipendenti. Giovedì 9 luglio alle ore 21, l'assemblea "naturale" del Comitato sarà nel Parco Rio Crosio, in alto (ingresso via Torretta), proprio davanti al punto dove la centrale dell'impianto di riscaldamento potrebbe essere edificata: ci sarete anche voi ? ...

Un supermercato chiuso ad Asti ...

  • PDF


di Luisa Rasero, residente del quartiere.


Da almeno due settimane il supermercato Ok Market di Via Petrarca (angolo Via Brovardi) è chiuso, il cartello dice per “inventario”. Un inventario così lungo, come scusa non se la beve nessuno. Infatti si mormora di cambi di gestione, debiti, problemi di bilancio e problemi con i fornitori. Anche problemi con i dipendenti: pare che per qualche ora sia apparso un altro cartello, dove si parlava di stipendi non pagati. Ma poi è scomparso. Se così fosse, i dipendenti non dovrebbero esitare a tutelare i loro interessi. Ci sono sindacati, patronati, avvocati, non è proprio il caso di subire! ...

Un nuovo Piano Regolatore può rilanciare la città di Asti

  • PDF


Lettera aperta all'amministrazione comunale a cura di Cgil Asti-Politiche abitative, Fillea Cgil, Coordinamento Asti Est, Movimento Stop al Consumo di Territorio Astigiano, Rete delle oltre 1.000 organizzazioni che danno vita al Forum nazionale Salviamo il Paesaggio.


L'importante rassegna Passepartout si è conclusa con la lectio magistralis del Prof. Salvatore Settis, archeologo e storico dell'arte, già Rettore della Normale di Pisa, attuale Presidente del Consiglio Scientifico del Louvre di Parigi, ed altro ancora. E' certo rilevante e lusinghiero che il Professore abbia fatto un esplicito riferimento alla realtà locale, quando ha citato il censimento degli immobili inutilizzati realizzato dal Comune di Asti, su sollecitazione della specifica campagna promossa dal Forum nazionale Salviamo il Paesaggio. Una delle prime ricerche di questo tipo in Italia, e una tra le più complete ed accurate. Un ottimo risultato, di cui andare giustamente fieri. Ma una indagine di tale livello, se non vuole ridursi a puro esercizio accademico, presuppone che da lì si parta per impostare un progetto e realizzare delle azioni ...

Due appuntamenti importanti per l'ambiente astigiano

  • PDF


La salvaguardia dell'ambiente, del suolo e del paesaggio astigiano vivranno una settimana di profondo impegno: riflettori accesi sul progetto di teleriscaldamento cittadino e sull'avanzamento dei lavori per la definizione di una legge della Regione Piemonte dedicata alla tutela dei terreni agricoli, attraverso due incontri pubblici di approfondimento e dibattito ...

Ex Mutua di Asti: opporre un miracolo alla vendita

  • PDF


di Carlo Sottile e Michele Clemente, Coordinamento Asti-Est.


Finalmente il mercato ha dato un segno di vita. I fautori della pura rendita urbana saranno soddisfatti. Forse si riprenderà con gli scambi tra oneri concessori e diritti edificatori. Solo a margine - la busta del mittente non è stata ancora aperta - sapremo a chi ha giovato tutta questa attesa. In queste cose, meno si parla di persone in carne ed ossa e meglio è. E' il consiglio che circola nelle agenzie immobiliari e negli uffici studi dei costruttori. A ben vedere, questa deriva mercantile era scontata. Se la vendita in blocco - con atti pubblici, i bandi - poteva conservare un qualche valore urbanistico, lo “spezzatino” a trattativa privata lo liquida in una pura e semplice speculazione immobiliare ...

Bisogna avere orecchio

  • PDF


di Mario Malandrone.


Jannacci cantava “Per fare certe cose, bisogna avere orecchio”, eppure era tutto pronto: l'orchestra di insegnanti, di esperti di scuola, c'erano parte del mondo della scuola e i sindacati a lanciare il grido d'allarme di una scuola in mobilitazione da mesi.
C'era il pubblico protagonista dei consiglieri comunali (non tutti) e molti assessori. Eppure l'orchestra di insegnanti e esperti della scuola, ha snocciolato dati, raccontato i sacrifici dei percorsi abilitanti, ha raccontato il dramma del precariato ...

Al via una petizione per un referendum sul Teleriscaldamento di Asti

  • PDF


Il Comitato Spontaneo dei Cittadini, in relazione al progetto deliberato dalla Giunta Comunale sul teleriscaldamento ad Asti, indice una petizione nella quale si richiede al Sindaco di proporre una consultazione popolare mediante referendum senza quorum che chieda ai cittadini se sono favorevoli o contrari al progetto stesso come presentato dall'amministrazione comunale ...

Arazzi ad Asti ...

  • PDF

di Gianfranco Monaca.


Abitualmente poco aggiornato sulle questioni dell'amministrazione locale, ma per quanto possibile attento alle problematiche globalmente “umanistiche” della nostra Città, ho percepito il confluire di entrambe in un appuntamento ormai incombente della sua vita amministrativa, e mi permetto - non interpellato, ovviamente - di esprimere sul tema qualche riflessione, magari a sproposito.  Ho letto che il Consiglio Comunale si trova a dover decidere se Asti debba ospitare permanentemente un patrimonio straordinario prodotto localmente in cinquant'anni di lavoro di artigianato artistico da maestranze astigiane sotto una direzione tecnico-artistica astigiana, oppure abbandonare tutto ciò ad un incerto destino ...

PM10: a 100 giorni dall’inizio dell’anno già fuorilegge Torino, Asti e Alessandria

  • PDF


A cura di Legambiente Piemonte e Valle d'Aosta.


Al Piemonte serve subito un nuovo e coraggioso piano antismog”. E’ questo l’appello fatto da Legambiente all’assessore regionale all’Ambiente Alberto Valmaggia nel corso dell’iniziativa “Cambiamo aria” organizzata sabato 16 maggio dall’associazione ambientalista al Circolo dei Lettori di Torino. In tutto il Piemonte i livelli di inquinamento continuano ad essere alti, ben oltre i limiti consentiti per legge. Analizzando i dati relativi ai primi 100 giorni dell’anno emerge che Torino, Asti e Alessandria hanno già consumato il “bonus” dei 35 superamenti della soglia massima giornaliera consentita per il PM10. Preoccupanti anche i livelli medi raggiunti dalle polveri PM 2,5 che superano i 25µg/m3 ad Alessandria, Asti, Vercelli, Torino, Ivrea, Borgaro, Chieri e Settimo Torinese ...